☭ Russia, Ucraina & CCCP ! Forum concernente Russia, Ucraina e ex Unione Sovietica☭ Russia, Ucraina & CCCP !
☭ Russia, Ucraina & CCCP ! > Forum Russia-Italia > Destinazioni > Bielorussia

guidare in Minsk

RSS
Autore
Giorno e Ora
Messaggio Operazioni
Giovannone Giovannone
notdefinite
barabba.furlan@email.it
Giovannone1

HELP Volkina!! )))
Tutti i cellulari iniziano con 29 o 44 o 64 dopo il prefisso +375 (es: +37529).. per cui ri suggerisco di togliere l'80 e mettere +375, mandale un sms e vedi se ti risponde ;)
Buon viaggio, cmq vada sarà una bella esperienza :)

Insomma alla fine arrivi da Varsavia via treno, portati un paio di tappi per le orecchie altrimenti ti martellano per 2 ore le orecchie al cambio ruote :D avrai un 12 ore di treno da fare, se non ricordo male il biglietto costa 54€
Ilina Mozzik
female
ellymichel@libero.it
Volki

Giovannone, andata e tornata: tutto risolto! Tu, piuttosto, sei sicuro di essere italiano? Non sei pellegrino e sei mediamente educato per essere un "maschio" italico.
Giovannone Giovannone
notdefinite
barabba.furlan@email.it
Giovannone1

E chi lo sa? ))) potrei essere tutte e 3 no? ;) a voi la scelta, non è che la cosa mi punga sul vivo. Grazie cmq per il complimento :)
Lo chiamerei spirito di solidarietà russo, o forse galanteria che si deve sempre ad una donna.. )))
ovviamente sto scherzando, non mi sembra nulla di così eccezionale, sul forum ci si aiuta.

Piuttosto raccontaci come è andata!!! Così mi ritorni il favore :)
Ilina Mozzik
female
ellymichel@libero.it
Volki

cavoli, che uomini che sono i bielorussi!!! w gli uomini dell'est!!!
Ilina Mozzik
female
ellymichel@libero.it
Volki

Caro Giovannone, è andata bene, benone. Un po' lungo il viaggio di andata (Milano-Varsavia, una notte in aeroporto/Varsavia-Minsk + 6 ore di auto) ma ne è valsa la pena!!! Per un uomo come il mio bambino farei anche molto ma molto di più. E mentre in Italia cresce il malcontento per la situazione, mentre in Italia si sciopera, si manifesta ecc...non posso fare a meno di pensare che QUEGLI UOMINI sono scesi in piazza ed hanno fatto una rivoluzione. L'uomo russo/bielorusso è unico nella sua unicità...è triste ed allegro allo stesso tempo, è duro e dolce quando ci vuole, è chiuso ed aperto allo stesso tempo, è semplice ma inacciuffabile nello stesso momento...molti bevono sì, ma bevono quando è il momento di bere. In Italia gli uomini si vantano di non bere ma poi, stranamente, ci sono molti più morti per alcool sulle strade italiche che non su quelle bielorusse. E sono molto svegli, gli uomini bielorussi. Basta vedere come viene descritto Lukashenko in modo del tutto non veritiero: ho guardato tutte le sue interviste e devo dire che...i bielorussi MI FANNO INVIDIA AD AVERE UN UOMO COSI'. Al di là delle opinioni personali, Lukashenko è deciso, forte, determinato e ha detto al giornalista del Washington Post che lui "non deve rendere conto a nessuno, ne' agli Stati Uniti ne' ad altri del suo operato ma solo al popolo bielorusso". Ha inoltre avuto un gran coraggio nel dire che "lui è descritto com'è descritto ma, nonostante venga criticato, FA MOLTO COMODO A CERTI POTERI, inclusi quelli europei".
Ilina Mozzik
female
ellymichel@libero.it
Volki

Ora però veniamo alle cose più pratiche. COSA MI PIACE DELLA BIELORUSSIA: gente calma, gente educata -anche se nei negozi e così il personale di servizio mi è sembrato un po' freddo-, mediamente stupiti di vedere una turista a Novembre da quelle parti, ritmo di vita tranquillo sulla scia del film TERPENJE I RABOTAT (PAZIENZA E LAVORO), non ho visto gente stressata dal lavoro - lavoratori sì ma quasi tutti col posto vicino a casa almeno le donne che svolgono la professione d'insegnanti, infermiere, impiegate comunali e di banca, fantastico l'aspetto slavo dello stare insieme senza starci: ovvero: in un appartamento tutti insieme mentre però ognuno fa quel che vuole (uno balla, uno disegna, uno si fa la pedicure ecc...) nonché le loro tavolate a buffet o i loro pranzi non troppo lunghi; scarsa dipendenza dagli altri anche se le donne mediamente mi sembrano troppo dipendenti dai loro uomini (quasi nessuna guida e si fanno accompagnare, quasi nessuna verrebbe in Italia da sola ecc...io ho una mentalità più scandinava); la gente non ragione sempre e solo in base ai soldi; i servizi base ci sono, ogni cittadina nel suo piccolo ha tutto, natura bellissima e suggestiva. COSA MI PIACE MENO: la mancanza di mare e di posti balneari - i laghi che ci sono sono belli eppure non sono valorizzati...non ho visto un lago con intorno ristorante, discoteca ecc...- l'idea poi di bagnarsi nel lago non mi fa impazzire. Il clima non è proibitivo in primavera ed in autunno ma l'inverno dev'essere orribile per alcuni aspetti - un ragazzino mi ha detto che essendo inverno, eravamo ai primi di Novembre, la verdura fresca inizia a scarseggiare nei centri più piccoli, non a caso la sua mamma aveva preparato cetrioloni e pomodori in vaso per l'inverno; secondo me comunque per come è abituato un italiano la combinazione inverno/cibo non dev'essere un granché! Il discorso non vale se si abita in città grosse come Gomel o Minsk. Il massiccio numero di alberi è suggestivo ma in estate deve portare un notevole numero di zanzare/insetti, tipo in Svezia/Finlandia. I bambini vengono resi autonomi abbastanza presto, il che è un bene ma in molti casi ho notato scarsissima presenza materna nella vita di molti bambini. Nei negozi vedo che non c'è l'abitudine di scambiare quattro chiacchiere come da noi anche se comunque il personale ti aiuta se sei in difficoltà. Noto inoltre, una certa promiscuità nei rapporti amorosi: tipo: uno è sposato e fa due figli, lascia la moglie e va dalla compagna, figlia con questa la quale ha già un figlio da una precedente unione, vedendo che lui la cornifica lo rispedisce dalla ex moglie e questa compagna nel giro di 4 mesi si mette con un altro e figlia ancora!! Oppure: una si fidanza a 18 anni con uno, figlia, vive insieme per un po'; poi viene piantata all'improvviso trova un altro e a 22-23 anni figlia di nuovo!! con un altro che pare la copia del primo (cioè beve o bevicchia). Mi pare abbiano tutt'altra mentalità sul fare i figli: per loro fare un figlio è fare un figlio, punto. Non è una semi o integra condanna a vita: ovvero mantenerlo fino a 35-36anni, pagargli le spese dei mobili e del matrimonio, tenergli i bambini ecc...è proprio un latro mondo. Ho visto una mamma mettere sotto a stirare il figlio di 13 anni!!! Non è un po' presto??? Spesso sento elogi alle scandinave perché lavorano e fanno 3-4 bambini ma al di là del welfare scandinavo che le aiuta, loro sono mamme in pratica per periodo brevi: a 16 anni i figli vanno via di casa, a 13 sanno già cucinare, a 18 lavorano già tutti! Essere mamma in Italia è diverso.
Ilina Mozzik
female
ellymichel@libero.it
Volki

Molte bielorusse mi sembrano - non tutte ma la maggior parte e ribadisco MI SEMBRANO, opinione soggettiva- donne che non riescono a stare senza un uomo. Una mia amica piangeva perché il compagno l'ha cornificata con una più giovane. Va beh, è stato sleale lui visto che lei gli lava i pantaloni, gli cucina la zuppa e quasi lo mantiene. Ma la ragazza? Se sai che uno è impegnato con un'altra va lasciato stare...se HA FIGLI CON UN'ALTRA DONNA VA LASCIATO STARE DUE VOLTE. Da italiana arrogante e poco "dedita" al proprio uomo le ho suggerito di piantare un simile elemento se non le va più bene...ma lei lo manda via e poi se lo riprende. E' amore? Secondo me, no. E' non saper fare a meno di un uomo. Ed è una cosa triste.
Giovannone Giovannone
notdefinite
barabba.furlan@email.it
Giovannone1

Grazie Volkina per il report, un punto di vista femminile mi fa capire alcune cose..
la domanda che per prima vorrei farti è: non cè che gli itagliani maschi sono fetecchie proprio perchè hanno mamme che non sono bielorusse? Insomma, non noti una certa responsabilità nell'accudire troppo i figli maschi fino a renderli così molli e poco responsabili nella vita adulta? Ebbè..
Quindi la critica è da imputare solo ai maschi? Non credo, anche alle future mamme!
A proposito delle future mamme, ti faccio i complimenti perchè un'italiana media non sarebeb riuscita ad inserire nulla sotto "COSA MI PIACE".
E' vero, fa parte della loro cultura maschilista, una donna non "è capace" di vivere da sola.. ma non perchè non lo sia.. ma perchè la società glielo fa credere e probabilmente glielo impone come costume sociale. Le bielorusse figliano senza fastidi, ma hanno bisogno di credere nel loro compagno almeno apparentemente.. è un tradizionalismo di facciata perchè poi ci passano sopra col carroarmato.
Un paio di altri appunti: in Italia si muore di più perchè siamo anche di più, qui l'alcool è parzialmente concesso mentre là è 0, qui abbiamo macchine come avere il cellulare e là un pò meno. A parità di situazione però non saprei..
Lukashenko ha le sue capacità ma sinceramente a me le parole non incantano, è facile dire "io rispondo al popolo bielorusso" e poi in realtà fare altro, purtroppo non ci è dato sapere cosa faccia veramente Lukashenko però la Bielorussia a me sembra un paese condannato ancora per decenni alla miseria, e questo forse non è "rispondere" nella giusta maniera. Sempre comunque tenendo conto che potrebbe essere peggio, molto peggio.

Vorrei ci descrivessi un pò di vita reale, cosa ti capitava di fare durante il giorno, in che paese eri, come ti sei trovata con la gente mentre comunicavi, qualche scena simpatica :) grazie
Gino Pilota
male
calzo_it@yahoo.it
Dominedio

Giovannone1:
Grazie Volkina per il report, un punto di vista femminile mi fa capire alcune cose..
la domanda che per prima vorrei farti è: non cè che gli itagliani maschi sono fetecchie proprio perchè hanno mamme che non sono bielorusse? Insomma, non noti una certa responsabilità nell'accudire troppo i figli maschi fino a renderli così molli e poco responsabili nella vita adulta? Ebbè..
Quindi la critica è da imputare solo ai maschi? Non credo, anche alle future mamme!
A proposito delle future mamme, ti faccio i complimenti perchè un'italiana media non sarebeb riuscita ad inserire nulla sotto "COSA MI PIACE".
E' vero, fa parte della loro cultura maschilista, una donna non "è capace" di vivere da sola.. ma non perchè non lo sia.. ma perchè la società glielo fa credere e probabilmente glielo impone come costume sociale. Le bielorusse figliano senza fastidi, ma hanno bisogno di credere nel loro compagno almeno apparentemente.. è un tradizionalismo di facciata perchè poi ci passano sopra col carroarmato.
Un paio di altri appunti: in Italia si muore di più perchè siamo anche di più, qui l'alcool è parzialmente concesso mentre là è 0, qui abbiamo macchine come avere il cellulare e là un pò meno. A parità di situazione però non saprei..
Lukashenko ha le sue capacità ma sinceramente a me le parole non incantano, è facile dire "io rispondo al popolo bielorusso" e poi in realtà fare altro, purtroppo non ci è dato sapere cosa faccia veramente Lukashenko però la Bielorussia a me sembra un paese condannato ancora per decenni alla miseria, e questo forse non è "rispondere" nella giusta maniera. Sempre comunque tenendo conto che potrebbe essere peggio, molto peggio.

Vorrei ci descrivessi un pò di vita reale, cosa ti capitava di fare durante il giorno, in che paese eri, come ti sei trovata con la gente mentre comunicavi, qualche scena simpatica :) grazie
oggettivamente giovannone ha ragione, ricordo, quando a 23 anni lasciai casa per lavorare all'estero, fui chiamato:' figlio degenere', quando in altri paesi e' normale, che a 22 anni uno si cerchi la sua strada, il nostro modo di essere genitori in italia e' sbagliato, poi ci si lamenta che un 25 enne italiano, rispetto a un 25 enne di un altro paese e' mediamente un pesce lesso, ignorante.
Da' piccolo, a me sono stati evitati tutti i lavori domestici, secondo me per stirare e lavare, non si deve iniziare a 13, ma a 10 anni, questa e' educazione. Non dico che bisogna creare un gruppo di bambini randaggi come in inghilterra che poi si trasformano da grandi in hooligan, ma per un figlio ci vuole un educazione che lo porti all'eta' di 20 anni a essere un soggetto indipendente. i ragazzi italiani, mediamente vivono come in albergo. La mia stessa compagna e' rimasta sconvolta saapendo che a 25 anni, mio cugino ancora sta facendo concorsi per lavorare...

La mentalita' italiana e' del cavolo, mammismo inutile.

Sulle ex ussr che spesso non sanno stare senza un uomo, li' do' ragione a volk, spesso si mettono proprio con atteggiamento prono tipo cane .

Ma credo che li valga anche per gli uomini, ricordo una volta, finito a letto con una , la mattina, vidi un uomo in casa, l'uomo gentilissimo mi offri da mangiare, da bere, parlammo, non fui mai trattato cosi' bene da uno sconosciuto. Poi uscendo capii' dalle urla, che era il marito che la prendeva a botte, per gli strilli di lei.

La cosa strana? nonostante il tipo avesse la moglie di facili costumi, poi dopo averla presa a schiaffi continuava a starci insieme, per cui, credo che la cosa riguardi anche gli uomini.
Nico Palu
notdefinite
paniko78@tiscali.it
Paniko78

grazie a dio non vivo + in italia )))
Ilina Mozzik
female
ellymichel@libero.it
Volki

Ciao Giovannone, eccomi qua. Allora, "vita reale": arrivata in aeroporto mi sembra un luogo un po' spento (i gates, un bar, un'edicola non molto fornita ed un ristorante) anche se al ritorno ho scoperto che dove ci sono i vari gates ci sono profumerie che fanno ottimi prezzi come da noi. Ma comunque, nell'insieme l' aeroporto di Minsk mi sembra poco "glamour". Clima freddino, aria fredda ma secondo me Minsk è più fredda di Gomel. Il viaggio in auto è stato molto reale: velocità non eccessiva, strade non sempre al massimo, paesaggio bello ma tutto uguale, attrezzati con thé e caffé nei termos (devo avere antenati bielorussi perché io, pur vivendo in città, non vado mai al lavoro senza una bevanda calda nel termos!), molti alberi, autista stranamente loquace e molto gentile e...dulcis in fundo...qualche zoccola tra il bosco e la strada! Tutto il mondo è Paese. Là non dono andata in giro, solo qualche passeggiata, delle visite ad un villaggio ed al cimitero. E spesa. Ecco: fare la spesa. Sono riuscita a spiegarmi benino in russo ma ho suscitato stupore primo come turista secondo come super compratrice di alimentari! Ho lasciato euro 90 in una mattinata sola, ho comprato frutta, carne, vino, olio d'oliva ed altro...i prezzi non sono poi così più bassi che in Italia! La commessa era stupita dal mio chiedere/richiedere e continuare ad aggiungere roba. Alla fine, esco dal negozio con 4 sacchetti pieni e noto che la gente per strada mi guarda sorridendo. Ho notato infatti che i bielorussi comprano mediamente la spesa per pochi giorni, carne e verdura la surgelano (anche le bacche) e quindi hanno un po' di scorta ma a livello di salumi, formaggi, salatini, biscotti, pomodoro in scatola, caffè, burro non fanno la "scorta". Comprano uova e formaggio per 1-2 giorni poi si vedrà. Ho notato tuttavia scorte di farina. Idem per i prodotti per l'igiene personale e per la pulizia della casa: nessuno ha fatto la scorta.E poi..."vita reale" un aspetto culturale loro probabilmente inconciliabile col nostro: a tavola, alcuni elementi mezzi alcolizzati mi hanno detto "no, no al vino rosso" ma poi so per certo che bevono cose ben più forti lontano dai pasti. Io sono contraria ai fuori pasto: mangio colazione, pranzo e cena. Lo spuntino consiste in una tazza di thé verde con un-uno. biscotto o un caffè amaro. Gli italiani-mediamente-non sono pasticcioni a tavola: non ho mai visto un italiano mangiare affettati, polpette e cavolo per poi concludere con...l'aringa!!! O il pesce bianco panato!!!Ho visto da vicino le loro abitudini alimentari: non solo il mescolare vari tipi di alimenti (trancio di pizza con pezzi di aringa, pesce con la maionese ecc...) ma addirittura dare ai bambini pollo e maccheroni a colazione! Comunque ho mangiato bene: pizza preparata con cavolo, formaggio tipo Edam e wuster; insalata di riso, surimi e maionese; polpette di manzo, insalata di cavolo in vari modi (con uovo, salame, formaggio e non so cos'altro) perché per loro l'insalata come la intendiamo noi non la conoscono: ho assaggiato i zefir (dolcetti gommosi rosa, buoni), lo spumante bielorusso (discreto) e due vini rossi (KADARKA E CIRNI DRAKON, discreti). Ho pure assaporato un vino fatto in casa ma non mi è piaciuto molto.
Ilina Mozzik
female
ellymichel@libero.it
Volki

Altra scena di vita reale la veduta dei loro cimiteri ( a proposito, se qualcuno mi spiegasse a cosa servono i nastri bianchi che si mettono sulle croco azzurre...come mai si lasciano cibi e bevande sulla tomba, lo so che è perché si pensa che i morti mangino ma...da dove viene questa tradizione?? e perché sono TUTTI nella terra nuda, forse gli ortodossi non ammettono la cremazione e l'ubicazione in loculi??). In ogni caso, l'esperienza di un cimitero bielorusso è unica!!! Spartano ma allo stesso tempo curato. Solo tutto uguale. Durante il giorno non si faceva un granché: passeggiata, spesa, pranzo, cura dei bambini, villaggio. La sera cena e chiacchierate. Mi è appunto capitato di andare al cimitero ed in chiesa! La mattina dopo il mio arrivo mi ha stupito vedere i bambini-13 anni- avermi lasciato dormire ed essersi preparati la colazione da soli visto che la madre era al lavoro. Una sera sono uscita alle 20:30 a camminare per i fatti miei e sono andata a comprare dei pasticcini, anzi, paste. Belle, grandi ma non eccezionali: poco dolci e simili nel sapore. Come pasticceria nei supermercati non c'è molta scelta. Camminare vicino a tutti quegli alberi, con il venticello freddo e vedere le casette al buio è davvero originale. Quello che mi ha lasciata perplessa è stato il timore della mia amica: quasi voleva convincermi a non uscire. Ripeto: credevo le donne bielorusse più indipendenti e meno paurose. Dopo 45 minuti sono tornata e tutti erano felici. Tranne me. Che non avrei voluto tornare in Italia ma questa è un'altra storia. Un pomeriggio mi sono dedicata alla pedicure dei piedini dei bimbi anche se la zia mi aveva fatto capire che oramai sono grandi (12 e 13 anni); le ho risposto che avevo intrapreso un viaggio di 22 ore per andarli a trovare e che quindi volevo coccolarli il più possibile. Allora lei ha capito. Ecco un punto: forse le madri italiane sono troppo presenti ma...come si fa a dire che quei bambini avrebbero potuto fare da soli? Passi tagliarsi semplicemente le unghie ma il resto? Erano talmente nere che forse, le non invadenti mamme-zie-nonne bielorusse dovrebbero ricordarsi di dire ai bambini di tagliarsi le unghie! O farlo loro per fargli apprendere come si fa. Nel frattempo, mentre io ho impiegato 1 ora e 25 per due bagnetti e due pedicure, la mia amica si è messa davanti allo specchio per curarsi (piega, creme, scelta dei vestiti) ; ne l mentre mi si è avvicinato il suo bambino più piccolo che non profumava proprio di rosa, senza cattiveria. Nella crescita dei figli le donne bielorusse sono più pratiche e spartane. In 5 giorni che sono rimasta non l'ho mai vista lavare il bambino. O l'ha fatto quando io non c'ero. Per comunicare ho usato sempre e solo il russo e mi hanno capito bene. Aiuto-dizionario all'occorrenza.
Per ora concludo perché "para spat". Magari domani o dopo aggiungerò qualcosina.
Spakonaj noci
Giovannone Giovannone
notdefinite
barabba.furlan@email.it
Giovannone1

Aaa! Che bel racconto! :) Grazie!
Ora mi rendo maggiormente conto che la BY è diversa dalla Russia in diversi aspetti, conosco di più la vita in RU e poco in BY ma avevo intuito che c'erano differenze. Forse il fatto che trattano i figli così li rendono più responsabili, ma molto meno attenti/sensibili alla qualità della vita da grandi. Hai fatto davvero tanta strada per amore di questi bambini, ora puoi capire dove vivono e come vivono!
E' vero fare la spesa è sorprendente considerando che loro guadagnano 250€ al mese.. è per questo che comprano il meno possibile per sprecare meno possibile.
Lorenzo Grazhdanin
notdefinite
enzokomm93@hotmail.it
Enzoluk

Ottimo reportage! Ormai non sto più nella pelle; pianificavo di andare in Bielorussia quest'inverno presso un amico che da' la laurea, in un paesino di provincia vicino al confine russo (Krychav), ma poi ho dovuto rinviare tutto: pare che una nuova legge imponga anche a chi si è laureato di prestare un periodo minimo di servizio militare. Mal che vada spero di andarci entro l'estate prossima smile_sarcastic
Giovannone Giovannone
notdefinite
barabba.furlan@email.it
Giovannone1

web c'è un problema con la visualizzazione di questa pagina(2), e l'ultimo post clicckando sulla main del forum..

Link correlati minsk
pensionati a minsk
Viaggio a Minsk!!!
BIelorussia Minsk
investire in minsk ?
**aksana, minsk, interprete-guida, aiuto per voi**
lavoro a minsk
Appartamento a minsk.
Folgorato da Minsk
Viaggio a Minsk
viaggio a Minsk ad agosto
Quartieri di minsk
viaggio a minsk
panay a minsk
Diluvio a Minsk!!!
Minsk 21 - 25 Maggio
di ritorno da minsk
Foto di Minsk
Chi vine a Minsk?
appartamento a minsk
appartamento a minsk
INFO PER MINSK
Gita a Minsk
minsk
Viaggio a MINSK
minsk
Visto a Minsk!
visto a Minsk
Raduno a Minsk
appartamenti a minsk
Minsk!!!!!
minsk -минск
meeting in minsk !!