☭ Russia, Ucraina & CCCP ! Forum concernente Russia, Ucraina e ex Unione Sovietica☭ Russia, Ucraina & CCCP !
☭ Russia, Ucraina & CCCP ! > Forum Russia-Italia > Italiani all'estero > Business

dogana russa in italia- consolato onorario russo

RSS
Autore
Giorno e Ora
Messaggio Operazioni
Gino Pilota
male
calzo_it@yahoo.it
Dominedio

sembra che il consolato onorario russo a ancona, abbia aperto direttamente un ufficio doganale russo, per espletare pratiche doganali direttamente in italia.

Non assicuro niente sulla notizia, ma chiedo di verificare.
Andrea Bruno
male
customercare@officialguide.info
Webmaster

Può essere.

Sentii di persona proporre la cosa a una delegazione politica italiana nel 2002 da un burocrate russo (un tale Petrov).. la parte italiana non dette retta a questa proposta (l'idea a quel tempo consisteva nella gestione dei traffici di merce facendoli passare obbligatoriamente tutti per un punto in cui solo li potevano fare dogana, una dogana che sarebbe stata da loro gestita).

La parte politica italiana chiaramente si tirò subito fuori perchè in Italia non ha influenza sugli altri organi (la divisione dei 3 poteri).

Preesumo tale Petrov si consoca con il console dr. Fallico che è un italiano, dato che Petrov era l'incaricato a Mosca ad accogliere le delegazioni italiane, tra cui la Regione Lombardia, e un consigliere della Regione tra quelli accompagnati da Petrov mi diede il bigliettino di Fallico descrivendolo come persona molto influiente, e in caso di bisogno ci si sarebbe potuti rivolegere a lui (infatti poi lo hanno fatto Console).

Presumo quindi che in mancanza di appoggio dal lato italiano, questa cosa della dogana se la sono fatta i russi per conto loro.. comunque, che ben venga se servirà ad agevolare l'export verso la Russia.
Gino Pilota
male
calzo_it@yahoo.it
Dominedio

Webmaster:
Può essere. Sentii di persona proporre la cosa a una delegazione politica italiana nel 2002 da un burocrate russo (un tale Petrov).. la parte italiana non dette retta a questa proposta (l'idea a quel tempo consisteva nella gestione dei traffici di merce facendoli passare obbligatoriamente tutti per un punto in cui solo li potevano fare dogana, una dogana che sarebbe stata da loro gestita). La parte politica italiana chiaramente si tirò subito fuori perchè in Italia non ha influenza sugli altri organi (la divisione dei 3 poteri). Preesumo tale Petrov si consoca con il console dr. Fallico che è un italiano, dato che Petrov era l'incaricato a Mosca ad accogliere le delegazioni italiane, tra cui la Regione Lombardia, e un consigliere della Regione tra quelli accompagnati da Petrov mi diede il bigliettino di Fallico descrivendolo come persona molto influiente, e in caso di bisogno ci si sarebbe potuti rivolegere a lui (infatti poi lo hanno fatto Console). Presumo quindi che in mancanza di appoggio dal lato italiano, questa cosa della dogana se la sono fatta i russi per conto loro.. comunque, che ben venga se servirà ad agevolare l'export verso la Russia.

E' interessante, poiche' il consolato onorario russo,ha sede direttamente nella sede del comune di Ancona, se le pratiche doganali si svolgono direttamente nel consolato onorario, sono dell'idea che probabilmente se la cosa e' avvenuta si deve alla pressione della famiglia Merloni(proprietaria in russia dello stabilimento Stinol di lipesk) e diciamo che in genere nelle Marche , la politica segue molto quello che decidono gli oligarchi merloni, guzzini e bontempi.
L'altra cosa interessante e' che i marchigiani sono anche quelli in italiani che soffrono meno della malattia genetica che tu spesso citi(gene pellegrino) e dove esiste anche la percentuale piu' bassa di mix coniugali italia russa, per cui credo che se la decisione sia partita da parte russa, la localita' sia stata scelta anche per la minore diffusione del pericoloso morbo(in zona l'unico affetto e' il nostro amico, che pero' risulta essere mezzo siculo), e forse anche con la speranza che qualcosa di buono possa uscire dalle relazioni commerciali.
Andrea Bruno
male
customercare@officialguide.info
Webmaster

Dominedio:
L'altra cosa interessante e' che i marchigiani sono anche quelli in italiani che soffrono meno della malattia genetica che tu spesso citi(gene pellegrino) e dove esiste anche la percentuale piu' bassa di mix coniugali italia russa

Quindi, sarebbe a dire un'enclave posta sotto la cintola del pellegrino.
Gino Pilota
male
calzo_it@yahoo.it
Dominedio

Webmaster:
Quindi, sarebbe a dire un'enclave posta sotto la cintola del pellegrino.

esatto, alcune sgrillettate che passavano per le marche lamentavano che a pesaro non fossero state fermate da nessuno ...le marche per qualche motivo risultano essere a bassa percentuale del gene...
Alcune mie stesse conoscenti lamentavano che i marchigiani non avessero cosi' attenzioni verso le ex ussr...

Credo i russi abbiano scelta l'unica enclave autonoma della cintola per evitare storie...

Link correlati consolatemi!