☭ Russia, Ucraina & CCCP ! Forum concernente Russia, Ucraina e ex Unione Sovietica☭ Russia, Ucraina & CCCP !
☭ Russia, Ucraina & CCCP ! > Forum Russia-Italia > Italiani all'estero > Vivere e lavorare all'estero

insegnare musica a San pietroburgo

RSS
Autore
Giorno e Ora
Messaggio Operazioni
Tiziano Bellucci
notdefinite
unicornos@libero.it
Unicornos

Cortesi partecipanti, ho una relazione da oltre un anno con una ragazza di S. Pietroburgo.
Siccome in estate (luglio agosto) avrei occasione di andare in Russia, mi chiedevo se qualcuno conosce possibilità di poter accedere a qualche scuola di musica, per potervi dare lezioni di chitarra e pianoforte. Sono insegnante.
Volevo usufruire di questa possibilità, perchè nel caso si potesse generare una collaborazione duratura con qualche scuola di musica, potrei considerare di trasferirmi a S. Pietroburgo per stare vicino alla mia compagna.
QUalcuno ha qualche contatto o può indirizzarmi, in qualche direzione?
Grazie infinite
Andrea Bruno
male
customercare@officialguide.info
Webmaster

Ciao e ben approdato qui nel forum!
Ti consiglio (prettamente per questioni di opportunità) di rivolgerti a forum in lingua russa a tema lavoro: Se non sei in grado di farlo, allora la risposta te la sei data da solo, ovvero non sarai neanche in grado di svolgere il lavoro che ti proponi, però non demordere, puoi sempre seguire ol cosidetto filone degli insegnanti di italiano e metterti anche te nella schiera dei replicanti.
In genere coloro che cercano di arrabattarsi in qualche modo in Russia, pur di non stare alla canna del gas in Italia, si improvvisano insegnanti di italiano.. a riprova che da i suoi risultati, questo è un filone che conta tutta una serie di pellegrini di primo grado e se ce la fanno loro ce la puoi fre anche te! Non demoralizzarti, la pulce nell'orecchio ti è stata messa, non ti resta che provare.
Джорджо Рианна
male
giorgiorianna@tiscali.it
Giorgiorianna

Unicornos:
Cortesi partecipanti, ho una relazione da oltre un anno con una ragazza di S. Pietroburgo. Siccome in estate (luglio agosto) avrei occasione di andare in Russia, mi chiedevo se qualcuno conosce possibilità di poter accedere a qualche scuola di musica, per potervi dare lezioni di chitarra e pianoforte. Sono insegnante. Volevo usufruire di questa possibilità, perchè nel caso si potesse generare una collaborazione duratura con qualche scuola di musica, potrei considerare di trasferirmi a S. Pietroburgo per stare vicino alla mia compagna. QUalcuno ha qualche contatto o può indirizzarmi, in qualche direzione? Grazie infinite

Tralasciando il fatto che devi saper parlare un russo fluente se vuoi insegnare( senza di quello nel tuo caso non vai da nessuna parte ! )
Non so se hai idea dei costi di una lezione di musica ( con qualsiasi tipo di strumento )
mentre in Italia il tuo servizio in tariffa oraria potrebbe costare 20 € circa , in Russia il costo è di fatto 3 volte minore , infatti ci sono scuole di alto preggio con insegnanti di valore , dove imparare sin da bambini ha un costo mensile molto basso in confronto all Italia .
Dovresti anche quindi essere pronto a compettere con i prezzi , anche perche seppur italiano , in questo campo dovresti con ogni probabilita conoscere qualcosa che li non sanno ( cosa ben difficile ) .
Andrea Bruno
male
customercare@officialguide.info
Webmaster

Alla fin fine è quello che penso anch'io: Trasferirsi in Russia comporta troppi costi senza alcuna garanzia di tirarci fuori qualche cosa, senza contare poi che non è nemmeno facile ottenere un titolo per rimanere in Russia in pianta stabile.

In pratica, ipoteticamente, se dai lezioni di qualche cosa, rischi che ti fai la tua oretta di lavoro, poi finito ti viene sete, ti bevi un bicchiere d'acqua minerale e ti mangi un panino, ed hai già speso quanto guadagnato nell'ora di lavoro, e ti rimane ancora da pagarti il biglietto per tornare a casa..

Sapendo bene la lingua si riuscirebbe anche a trovare qualche cosa, ma occorre tener conto che le nuove leve - parlo dell'ultima generazione - sono una massa di caproni difficili da riprendere e molto spesso inconcludenti, e a mio avviso, ritengo improbabile riuscire a tirar fuori qualche cosa di positivo dall'esperienza che si potrebbe avere insegnando in Russia.

Pensandoci bene, con le ultime generazioni è meglio non aver nulla a che fare, ovvero, nulla che implichi un certo impegno se non un semplice rapporto come potrebbe essere quello d'amicizia, mi viene in mente la mi esperienza all'universita d'economia, con un mio caro amico (italiano), abbiamo dato lezione in Russo ad una mandria di caproni, e anche le insegnanti non erano da meno, alla fine successe che alla terza lezione - alla quale andò solamente il mio amico perchè ero impegnato con il locale da poco aperto - mentre il mio compare collega spiegava agli alunni, il concetto di distretto industriale, l'importanza di collocare un azzienda nell'indotto produttivo della sfera d'appartenenza, ecc.. fece una domanda alla docente che anche lei stava ad ascoltare in prima linea annuendo di sì con la testa, cogliendola in castagna, docente impreparata su fondamenti basilare d'economia applicata.. successe quindi che la volta dopo non lo chiamarono più ad insegnare.. a lui da buon pellegrino dispiacque solamente che li c'era un sacco di gnocca, per il resto, paga misera e nessun feed-back positivo. A me il primo giorno di lezione, quello che sembrava il più sveglio, mi chiese che religione c'era in Italia e se per caso noi eravamo mussulmani.. Gli risposi chiedendogli secondo lui dove stava il папа римский e neanche mi ha saputo rispondere (notare "римский"). Ignoranti come delle capre!
Poi una cosa che manca ai russi è la percezione del luogo di appartenenza, nessuno ti sa dire in numero degli abitanti del proprio paese di nascita o del paese in cui vive, se vai in un villaggio con una sola strada, e chiedi da che parte si va per San Pietroburgo, non ti sanno rispondere.. su questi aspetti sono l'apoteosi dell'incredibile.
L'altro giorno c'è stato a Roma il forum studentesco nell'amboto dell'anno Italia Russia, e una docente russa nell'intrvista l'ha detta giusta: Gli studenti Russi in Italia ci vanno (ed è facile che le borse di studio le paghiamo noi), quelli italiani in Russia non ci vanno e i costi di vitto-alloggio sono elevati. C'è troppa sproporzione tra quanti Russi giungono in Italia e quanti italiani vanno in Russia, e non solo per motivi di studio..
Gino Pilota
male
calzo_it@yahoo.it
Dominedio

Webmaster:
Alla fin fine è quello che penso anch'io: Trasferirsi in Russia comporta troppi costi senza alcuna garanzia di tirarci fuori qualche cosa, senza contare poi che non è nemmeno facile ottenere un titolo per rimanere in Russia in pianta stabile. In pratica, ipoteticamente, se dai lezioni di qualche cosa, rischi che ti fai la tua oretta di lavoro, poi finito ti viene sete, ti bevi un bicchiere d'acqua minerale e ti mangi un panino, ed hai già speso quanto guadagnato nell'ora di lavoro, e ti rimane ancora da pagarti il biglietto per tornare a casa.. Sapendo bene la lingua si riuscirebbe anche a trovare qualche cosa, ma occorre tener conto che le nuove leve - parlo dell'ultima generazione - sono una massa di caproni difficili da riprendere e molto spesso inconcludenti, e a mio avviso, ritengo improbabile riuscire a tirar fuori qualche cosa di positivo dall'esperienza che si potrebbe avere insegnando in Russia. Pensandoci bene, con le ultime generazioni è meglio non aver nulla a che fare, ovvero, nulla che implichi un certo impegno se non un semplice rapporto come potrebbe essere quello d'amicizia, mi viene in mente la mi esperienza all'universita d'economia, con un mio caro amico (italiano), abbiamo dato lezione in Russo ad una mandria di caproni, e anche le insegnanti non erano da meno, alla fine successe che alla terza lezione - alla quale andò solamente il mio amico perchè ero impegnato con il locale da poco aperto - mentre il mio compare collega spiegava agli alunni, il concetto di distretto industriale, l'importanza di collocare un azzienda nell'indotto produttivo della sfera d'appartenenza, ecc.. fece una domanda alla docente che anche lei stava ad ascoltare in prima linea annuendo di sì con la testa, cogliendola in castagna, docente impreparata su fondamenti basilare d'economia applicata.. successe quindi che la volta dopo non lo chiamarono più ad insegnare.. a lui da buon pellegrino dispiacque solamente che li c'era un sacco di gnocca, per il resto, paga misera e nessun feed-back positivo. A me il primo giorno di lezione, quello che sembrava il più sveglio, mi chiese che religione c'era in Italia e se per caso noi eravamo mussulmani.. Gli risposi chiedendogli secondo lui dove stava il папа римский e neanche mi ha saputo rispondere (notare "римский"). Ignoranti come delle capre! Poi una cosa che manca ai russi è la percezione del luogo di appartenenza, nessuno ti sa dire in numero degli abitanti del proprio paese di nascita o del paese in cui vive, se vai in un villaggio con una sola strada, e chiedi da che parte si va per San Pietroburgo, non ti sanno rispondere.. su questi aspetti sono l'apoteosi dell'incredibile. L'altro giorno c'è stato a Roma il forum studentesco nell'amboto dell'anno Italia Russia, e una docente russa nell'intrvista l'ha detta giusta: Gli studenti Russi in Italia ci vanno (ed è facile che le borse di studio le paghiamo noi), quelli italiani in Russia non ci vanno e i costi di vitto-alloggio sono elevati. C'è troppa sproporzione tra quanti Russi giungono in Italia e quanti italiani vanno in Russia, e non solo per motivi di studio..

be' ora che mi viene in mente, a me e' anche capitato sia in inghilterra che in russia, se l'italia fosse una monarchia, e devo dire che non e' solo in russia che l'ultima generazione e' di caproni, ma anche in italia.

Per il resto l'unica cosa che si puo' fare in russia e' commerciare alcool di pessima qualita'(ponendogli un bicchiere di alcool etilico, molto spesso lo bevono)
Andrea Bruno
male
customercare@officialguide.info
Webmaster

Avendo un locale in cui vendo ai russi del vino al metanolo, te lo posso confermare!
Guido Eugenio
male
jenkaitalii@hotmail.com
Theo

Unicornos:
..da oltre un anno con una ragazza di S. Pietroburgo...dare lezioni di chitarra e pianoforte. Sono insegnante.

Al tuo posto io, con tanto di chitarra alla mano, mi metterei a fare "l'isnegnante di taGliano" .. Pensa che belle lezioni cantate sulle note di De Andrè o Baglioni..
Devi sapere che in Russia chiunque arriva è per via del pelo.. upss mi correggo, non tutti per il pelo, c'è anche chi arriva perché la vuole rasata (video docet):::

http://vkontakte.ru/video_ext.php?oid=-5520101&id=...

Dicevo, chiunque arriva in Russia nell'arco di breve capisce l'andazzo e vuol restarci a vivere anche se non ha i mezzi di sostentamento necessari. Inoltre, vista l'abbondanza di gnocca (pare che la si trovi ovunque ed a tutte le ore), in tempi assai veloci il pellegrino, scioltosi dalle catene e dal tubo del gas, sfancula la morosa e si mette a insegnare la lingua, e che lingua! E fidati che se va bene a certi soggetti come questi del video, non vedo perché a te, che hai una marcia in più, ossia la chitarra, non debba andare addirittura meglio.
Andrea Bruno
male
customercare@officialguide.info
Webmaster

Salve Theo e buona giornata.
Non ho potuto fare a meno di constatare che nel video di vkontakte che hai linkato quì, appare uno che conosco da lunga data (che è l'unico a non essere italiano), gli altri non so chi siano. E posso garantire che colui che conosco non è assolutamente un pellegrino (anzi, è uno serio e rispettabile, e su questo ci metto la mano sul fuoco), tuttavia in quel contesto potrebbe essere frainteso. Presumo che i pellegrini lo abbiano filmato "a sorpresa" in un contesto makkeronniko esclusivamente tipico a loro, e abbiano pubblicato il clip in internet senza il suo consenso.
Tale comportamento, se confermato, potrebbe essere lesivo per chi appare nella ripresa.. benchè questo sito non centri nulla con i video pubblicati su altri siti, benche qui si possano linkare ed inserire, non vorrei che chi soggetto involontario della ripresa (e non è un pellegrino), vedendo linkato qui il video anziché comprendere che questo risieda fisicamente su vkontate, ed è stato diffuso deliberatamente dagli autori (che secondo me facevano bene a non farne motivo di vanto), sia indotto a credere che il video sia qui pubblicato.
Qui si rende giustizia a chi non rientra negli stereotipi negativi e nel contempo si denigra il pellegrino, la sgrillettata, la mia ragazza (ovvero la ragazza di tutti), senza MAI darne un volto.. anche se in passato c'è stato quello che leggendo dove parlo del pellegrino che va in Russia con in valigia la forma di grana e la bottiglia di vino, si riconobbe talmente bene nella macchietta, da telefonarmi arrabbiato convinto che si stesse parlando specificatamente di lui.

Io, se fossi un pellegrino, anche se fossi idiota conserverei comunque la dignità di non diffondermi via internet, e comunque starei attento a non ledere l'immagine altrui.. Ritengo opportuno, in questo forum, non associare un volto agli stereotipi anche nel caso in cui il materiale è divulgati consapevolmente e nel pieno delle proprie facoltà, altrove direttamente per mano degli stessi autori. Se loro decidono di sputtanarsi altrove sono affari loro.. ci sta anche che in realtà volessero solamente ledere chi ripreso alla sprovvista, non ritengo opportuno mettere link esterni che diano un volto a stereotipi, ancor più quando uno di questi non ha nulla a che vedere con tale situazione, e si rischia solamente di fare il gioco di chi ha filmato e divulgato il clip..

Spero di essere stato chiaro
Guido Eugenio
male
jenkaitalii@hotmail.com
Theo

Effettivamente è stato ripreso e tirato dentro ad un contesto sbagliato.
Chiunque però, alla visione del video in forma integrale, capisce subito sia dalla sua risposta "non ho parole" sia da come porta le mani al viso, che egli si trova in quel momento esattamente in una situazione d'imbarazzo per la domanda così idiota..

Ho trovato un'altra versione del video, è ridotta ed il nostro amico NON appare nel video thumbs_up

In effetti costui potrebbe chiedere i danni all'autore "materiale" del video che lo pubblicò senza il suo consenso.

Questi video li trovai tempo fa' dentro a youtube e su vkontakte in alcuni gruppi e profili, io non ho fatto altro che linkarlo qui, su facebook e in altri "social" a cui partecipo sul tema Russia e San Pietroburgo.

In questi ultimi tempi sono stato contattato da un importante media di San Pietroburgo per un'intervista, il video (quello in forma ridotta qui linkato) finirà così nel cuore di quest'intervista poiché è in tema. smile_teeth
Andrea Bruno
male
customercare@officialguide.info
Webmaster

Non mi pare opportuno inemicarsi nessuno, qui si parla di stereotipi ma senza additare nessuno nello specifico.. alludere a chicchesia è fuor di luogo...

P.S. io non ho amici (in comune o non), mi sono sempre fatto i fatti miei
Guido Eugenio
male
jenkaitalii@hotmail.com
Theo

Caro Webmaster, in russo potrei affermare "не буди лиха, пока спит тихо" e credo sia calzante con quel che vado ad esporre.
Per non tediare troppo vorrei solo ricordaste (e mi riferisco a chi nel forum komunalka ci abita da molto tempo) alcuni argomenti di un paio d'anni fa', nati tra me ed un altro italiano di San Pietroburgo.. Ebbene quei dissapori sfociarono poi in "azioni" ben più "materiali" (tra cui, il più grave, le minacce di morte) e dei quali non posso ora scrivere poiché tutt'oggi sotto inchiesta.
Quando si potrebbe pensare che quegli screzi erano caduti in oblio, ecco che "qualcuno" si fa vivo e mi invita a risolvere, con la sua mediazione, i dissapori in occasione dei 150 anni dell'Unità d'Italia; senonché, a poche ore di distanza da quella "mano tesa", appaiono su molti gruppi di vkontakte messaggi per mano di altri personaggi (che presumo frequentano quello di un paio di anni fa'; uno di loro è nel video) contro il sottoscritto. Da qui la faccenda diventa fatto di cronaca (che lo ricordo, prevale per Legge sul diritto alla privacy o dell'immagine personale) e di pubblico dominio qui a San Pietroburgo.. Verrà, tra l'altro, ripresa in un indagine ed un'intervista di un noto media pietroburghese. Altro non posso anticipare, e me ne dispiace, posso solo dire "restate sintonizzati".

Riguardo invece l'argomento che questi "personaggi" desiderano spifferare ai quattro venti: Premetto che il sottoscritto, nel novembre 2008, venne assolto "poiché il fatto non sussiste".
Oltretutto l'italiano di cui parlo sopra era a perfetta conoscenza di questo, giacché la sentenza mi fu comunicata in una telefonata dall'Italia (il mio legale chiamò al suo numero di voip per conferire con il sottoscritto) e in quel frangente erano presenti altri 2 italiani che ricordano l'episodio (non festeggiai, ma quasi). Evidentemente lui lo ha dimenticato? Vedremo.
So anche che quegli articoli di giornale (quotidiano con cui sono in causa per la diffamazione) sono stati inviati, per email, ad alcuni forumisti. Si da il caso che quando una persona conosce l'esito di un episodio giudiziario diffamante come quello, non lo usa poi per "sputtanare".. Chiedo quindi, a chi avesse ricevuto email di quel tipo, a farsi vivo con il sottoscritto. Lo chiedo poiché questo è molto utile all'indagine e sono fiducioso sulla vostra collaborazione.

Non riuscivo a postare alcuna immagine nel topic.
Se ancora non si visualizza questo è il link al mio album dove potete vedere lo screenshot di uno dei messaggi scritti da questi soggetti il 15 marzo:::
http://pietroburgo.it/showphoto.aspx?album=users%2...

Link correlati Saluto da SPb
caffè/ristorantino a San Pietroburgo
info spb
San pietroburgo
san pietroburgo
San Pietroburgo
St. Pietroburgo
san pietroburgo
San PIetroburgo
san pietroburgo
Ao!! An do sta Pietroburgo?
S.Pietroburgo
Musica
FAQ su san pietroburgo?
S.PIETROBURGO