☭ Russia, Ucraina & CCCP ! Forum concernente Russia, Ucraina e ex Unione Sovietica☭ Russia, Ucraina & CCCP !
☭ Russia, Ucraina & CCCP ! > Forum Russia-Italia > Argomenti e Fatti > Live style

La pensione che non c'è del marito della Badante

RSS
Autore
Giorno e Ora
Messaggio Operazioni
Andrea Bruno
male
customercare@officialguide.info
Webmaster

Sul sito Италия по-русски, è interessante constatare come i russi – per quel che riguarda la legislazione italiana in materia di divorzio, immigrazione, pensioni e INPS – ne sappiano più di di un qualsiasi buon avvocato, e di tanto in tanto ci si fanno delle risate sulle situazioni che si vengono a creare, ridere per non piangere se si pensa come noi italiani alla canna del gas siamo messi malissimo sotto tantissimi punti di vista, per non parlare poi del fatto che la stragrande maggioranza delle situazioni benevoli che i russi incontrano i Italia, non trovano mai un corrispettivo reciproco per gli italiani in Russia che sono vessati e privi di diritti.. per esempio non si è mai sentito parlare di italiani che arrivano in Russia con il visto per ricongiungimento familiare o che in Russia arrivano a prendere una pensione o la reversibilità del coniuge defunto, ecc.. noi per i russi siamo il paese dei balocchi e per questo motivo sono nati in internet siti web dove miriadi di sgrillettate e badanti si scambiano fra di loro con amore e complicità, consigli su come dapprima sposarsi il pellegrino, poi su come ottenere il ricongiungimento familiare dei parenti rimasti in Russia in età pensionabile, poi come far avere a loro la pensione, e in fine su come ottenere il divorzio dal pellegrino e soffiargli via sia la casa che gli alimenti.
Tornando al titolo dell’argomento, questa volta vogliamo parlare di un topic aperto sul sito Италия по-русски alla pagina http://www.italia-ru.it/forums/2010/08/31/poterya-....
Immaginatevi due sposi, stranieri, anzi meglio russi.. sposi che apparentemente non hanno nulla a che fare con l’Italia se non fosse altro che la madre di lui si sia sposata con un italiano, e conoscendo gli usi e costumi di certi russi, probabilmente questo per lei è stato il primo matrimonio che si possa definire in quanto tale.
Con la nostra fantasia ci immaginiamo i due sposi a discutere nel divanoletto:
-“Fatti prestare da tua madre i soldi per andare in vacanza in Egitto”
-“Yulinka, guarda che sta messa male anche lei!”
-“Ma non si era sposata, il vecchiaccio.. quello lì, il pellegrino italiano, come si chiama?”
-“Ah sì, Sergio, ma quello non c’ha un copeco”
-“Tua madre è un’ingenua, ma che se lo è sposato a fare allora il vecchiaccio se non c’ha un soldo, ma la pensione la deve prendere no!”
- “Sembrerebbe che sia andata persa la documentazione, e quindi non glie la rilasciano”
- “Cavolo, conosco un forum in Internet dove li c’è gente esperta che saprà aiutare tua madre ad interessarsi sulla pensione del vecchiaccio”
.. e l’indomani ecco che lei apre il topic.. e leggendo si vede che anche loro tentano di fare i furbi, ma furbi più di tanto non sono. Con tutta probabilità il vecchiaccio la pensione la prende – eccome se la prende, ma presumo non ci tiene a farlo sapere alla badante che si è sposato (per ovvi motivi). E’bello poi vedere con che devozione e complicità rispondono sul forum: “vai al CAF, fanno da intermediari con l’INPS e non costa nulla”.. “cos’è l’INPS”.. “guarda che lo stato della sua pensione si può vedere anche online!”.. “ah sì, da dove..”.
Ma guarda un po’ se in internet una sgrillettata si deve interessare dei cacchi del marito della propria suocera, quando poi si sa che in Russia tra moglie e suocera nemmeno si possono vedere..
Di positivo c’è che con tutta probabilità, per la prima volta il marito di lei ha un qualche cosa che possa assomigliare ad un padre! “papà, dammi i soldi che devo..”.
Джорджо Рианна
male
giorgiorianna@tiscali.it
Giorgiorianna

a cche so io mai nessuno !! le poche eccezioni che conosco ci lavorano solo perche sposati e residenti in Russia !!

web ti devo parlare mi puoi cercare su skype ???
Oleg Capovani
male
oleg_guitar@fastwebnet.it
Olegsvjatoslav

Bell'articolo Andrea.
Pazzesco a che livello siamo arrivati!
Questi si organizzano per scambiarsi informazioni su come soffiare la pensione
allo sciuro di turno, sono a conoscenza di cose che neanche gli italiani sanno!
Meno male che il nostro connazionale gliela mette in quel posto, così imparano
a trovarsi un lavoro.

La disparità di trattamento è una cosa da imbarazzo.
Ma come, noi portiamo soldi, know-how, gusto e allegria in un paese
dove nessuno vuole andare e loro ci rispondono con 1000 bastoni tra le ruote?
Per contro, qualsiasi fighetta può anche non necessariamente sposarsi,
ma semplicemente (e ne ho conosciute) iscriversi a una scuola di design, ad un conservatorio,
addirittura ad un corso di liuteria (vi giuro) o entrare con un visto turistico e poi attendere
la prima sanatoria. Oltre a ciò, quanti italiani si fanno in quattro per aiutare le immigrate russe?
In tante esperienze in Russia non ho mai, dico mai, avuto un aiuto da nessuno. Mi spiace dirlo,
ma è la verità.

Per onestà, il presidente Medvedev e Lavrov da lungo tempo hanno annunciato
di essere pronti ad ELIMINARE il visto per i cittadini italiani e per l'UE...ci frega il teorema
della reciprocità intelligentemente elaborato dal nostro Frattini.
Oleg Capovani
male
oleg_guitar@fastwebnet.it
Olegsvjatoslav

Guardate digitando in russo "separazione dei beni" in russo i risultati:

http://www.italia-ru.it/search/apachesolr_search/%...

Questi si preparano all'assalto dei beni del marito italiano della madre moribondo:
http://www.italia-ru.it/forum/2006/08/21/razdel-im...
Andrea Bruno
male
customercare@officialguide.info
Webmaster

Noi amanti del Pianeta Russia, sosteniamo e divulghiamo tutto quello che c'è di bello nella Federazione.. a volte mi sembra però di mettermi nei panni di quegli italiani di sinistra che durante lo stalinismo migrarono in Russia per amore dell'ideologia comunista e poi o vennero deportati nei gulag, o arrestato o fatti sparire..
Nonostante noi accogliamo benevolmente tutti questi "profughi", chi giunge in Russia viene preso a calci nel sedere: Nessuna tutela ne sociale, ne di diritto, ne sul lavoro, ne sulla cittadinanza.. anzi cittadino non ti ci fanno proprio divenire così rimani sempre uno che non ha alcun diritto, perchè la legislazione russa dove tratta di diritti non parla di individui, ma di cittadini! Bisognerebbe fare con i Russi come loro fanno con noi! Vuoi la cittadinanza italiana? OK: Subito esame e rinuncia alla cittadinanza d'origine, nessuna reversibilità di pensione, ricongiungimento inesistente.. Per loro siamo il Paese e poi ci parlano anche male alle spalle, non ricordandosi del pollaio in cui vivevano prima di giungere fin da noi!
Ilcontepalatino Ilcontepalatino
male
ispmark@mail.ru
Ilcontepalatino

Sto seguendo attentamente da giorni le discussioni che si tengono su quel sito...in ogni caso caro webmaster credo sia necessario trovare un qualcuno all'interno del Ministero degli Esteri in grado di ascoltare la tua protesta, che poi alla fine torna utile un po' a tutti noi russofili, perchè tutte queste belle parole di reciprocita' che si sono fatte dai nostri ministri, da parte russa si sono disattese.
Gino Pilota
male
calzo_it@yahoo.it
Dominedio

Ilcontepalatino:
Sto seguendo attentamente da giorni le discussioni che si tengono su quel sito...in ogni caso caro webmaster credo sia necessario trovare un qualcuno all'interno del Ministero degli Esteri in grado di ascoltare la tua protesta, che poi alla fine torna utile un po' a tutti noi russofili, perchè tutte queste belle parole di reciprocita' che si sono fatte dai nostri ministri, da parte russa si sono disattese.

sentite, ma mi spiegate una cosa, avendo contatti con il resto d'europa, mi sembra che il vero problema sia il sistema italiano, e i ricongiungimenti liberi che permette.
Avendo vissuto in irlanda, inghilterra e germania ho notato che la':
a) il ricongiungimento familiare e' previsto solo per minorenni- un mio amico moldavo chiese il ricongiungimento dei genitori in irlanda(nonostante avesse anche la cittadinanza irlandese)in quanto non minori di 18 anni( e qui elimineremmo il problema pensioni sociali, che come ricordo sono un costo per chi lavora, nelle tasse), in inghilterra la persona deve invece dimostrare di avere almeno un guadagno netto di 4000 sterline al mese.
b) la cittadinanza in questi paesi, viene riconosciuta dopo 5 anni di matrimonio, fino allora c'e' il permesso, in irlanda addirittura, in caso di abbandono del tetto coniugale di lei, o divorzio dopo il quinto anno, cio' comporta una perdita della cittadinanza.
Quando ero la' non capivo perche' le clandestine cercavano uomini non del nord europa, la risposta mi venne in automatico, perche' per i sud europei la legge non scattava.
c) in francia per mia conoscenza, il visto per fidanzamento, o il matrimonio fra due stranieri non sono possibili, se non dopo un esame di 3 mesi per il visto , e per il matrimonio, devono pubblicare e passare talmente tanti controlli che se uno vuole usarlo come escamotage , poi gli passa la voglia (legge charles pasqua del 1986)

Mi sembra che il sistema italiano, sia costruito per spennare, il maschio bianco , eterosessuale, e che arrivino tutti i parassiti ad approfittarsene.

Pertanto chiederei al ministero dell'interno e degli esteri di aggire a riguardo e di non sparare le solite bordate antiimmigrazione, senza fare nulla di serio, tuttavia mi rendo conto di sognare, poiche' significherebbe che siamo veramente in un paese normale, e purtroppo non lo siamo.
Andrea Bruno
male
customercare@officialguide.info
Webmaster

Ilcontepalatino:
Sto seguendo attentamente da giorni le discussioni che si tengono su quel sito...in ogni caso caro webmaster credo sia necessario trovare un qualcuno all'interno del Ministero degli Esteri in grado di ascoltare la tua protesta

Ci ha già pensato il nostro Consolato, ecco parte di una missiva pervenutami da parte del Console Generale: "L’asimmetria di comportamento fra le autorita’ russe e quelle italiane in materia di rilascio di visti, stabilimento e residenza costituisce un problema ben noto, che anche questo Consolato Generale ha contribuito a segnalare alle competenti Autorita’ italiane.".
Ilcontepalatino Ilcontepalatino
male
ispmark@mail.ru
Ilcontepalatino

Webmaster:
Ci ha già pensato il nostro Consolato, ecco parte di una missiva pervenutami da parte del Console Generale: "L’asimmetria di comportamento fra le autorita’ russe e quelle italiane in materia di rilascio di visti, stabilimento e residenza costituisce un problema ben noto, che anche questo Consolato Generale ha contribuito a segnalare alle competenti Autorita’ italiane.".

Sara' finito in qualche cassetto del ministero e li ci rimarra' visto che non interessa a qualche parente o romano de roma...potresti provare a segnalare la cosa direttamente al buon Silvio pregandolo di intercedere con il grande Putin...
Anche se tu non hai le misure per essere ascoltato, 90-60-90, magari riesci a scaturire in lui interesse e visto che dice che è una persona di buon cuore e che aiuta tutti, magari lo fa sul serio...che dici??..provare non costa nulla.
Alessandro Mar
male
alteres71@cheapnet.it
Alexxandro

Ilcontepalatino:
Anche se tu non hai le misure per essere ascoltato, 90-60-90, magari riesci a scaturire in lui interesse e visto che dice che è una persona di buon cuore e che aiuta tutti, magari lo fa sul serio...che dici??..provare non costa nulla.

hahahahahahahahahahahahahahahahahaha
Andrea Bruno
male
customercare@officialguide.info
Webmaster

Guardate in questo video come vengono accolti in questura gli stranieri nel nostro Paese, e nel seguente invece come accolgono gli stranieri in Russia!
Andrea Bruno
male
customercare@officialguide.info
Webmaster

Ci trattano come degli animali! Nel mio rione a San Pietroburgo addirittura la sala d'attesa dell'OVIR non ha finestre ed è sempre piena come un uovo! Noi cerchiamo di accogliere tutta questa gente come cristiani e loro invece ci trattano a pesci in faccia.. poi se si è italiani, recarsi all'OVIR in Russia serve poco o nulla dato che non si ottiene mai un qualche cosa.. a un mio amico gli hanno adirittura negato il permesso di soggiorno perchè il fatto di avere una figlia in Russia non è un motivo contemplato smile_sarcastic
Oleg Capovani
male
oleg_guitar@fastwebnet.it
Olegsvjatoslav

Webmaster:
Noi amanti del Pianeta Russia, sosteniamo e divulghiamo tutto quello che c'è di bello nella Federazione.. a volte mi sembra però di mettermi nei panni di quegli italiani di sinistra che durante lo stalinismo migrarono in Russia per amore dell'ideologia comunista e poi o vennero deportati nei gulag, o arrestato o fatti sparire..

è un paragone tristemente efficace...
Oleg Capovani
male
oleg_guitar@fastwebnet.it
Olegsvjatoslav

Vi sono diversi elementi congeniti nella cosa che giocano a nostro sfavore:

- pochissimi vogliono emigrare in Russia, quindi è un problema di nicchia
che non interessa a nessuno

- la Russia ha problemi oggettivamente enormi, ed anche se non costerebbe nulla
annullare il regime dei visti per i cittadini UE, per abitudine alla trasandatezza
non muove un dito.
Non lo fa per gente che muore sul lavoro o per il pensionato senza riscaldamento,
figuriamoci per noi

- per ottusità e tradizione, permane una visione di accerchiamento che impedisce di vedere
il cittadino UE diverso da un tagiko, da un cinese, da un turco o da un americano.
Anzi, mi pare che la gente (e che gente) della CSI anche asiatica abbia paradossalmente molte
più possibilità a permanere ininterrottamente, più di quanto le abbia un parigino, un milanese o uno svizzero!

- vedo più colpevolezza in chi ci dovrebbe difendere e passa la giornata in ufficio
a grattarsi i coglioni pagato con le nostre tasse, ovvero il nostro ministero

Forse, e questo è il paradosso, Silvio è veramente l'unica nostra speranza...
Andrea Bruno
male
customercare@officialguide.info
Webmaster

Concordo pienamente con questi 4 punti!
Noi Russofili siame dei nostalgici senza capire che la Russia è una entità viva e in quanto tale si trasforma fino a divenire estremamente differente da ciò che noi amiamo: Amiamo semplicemente un ricordo e non vogliamo credere che tutto sia finito.
Diego Impero
male
vecchio@onet.eu
Diego-Impero

Webmaster:
Noi Russofili siame dei nostalgici senza capire che la Russia è una entità viva e in quanto tale si trasforma fino a divenire estremamente differente da ciò che noi amiamo: Amiamo semplicemente un ricordo e non vogliamo credere che tutto sia finito.

Andrea, sono rimasto di sasso leggendo le tue parole. "Amiamo semplicemente un ricordo e non vogliamo credere che tutto sia finito". Ho tremendamente paura che hai ragione. Io a volte dico "Sono venuto ad Atlantide, mentre il continente si inabissava". Siamo la generazione che ancora si ricorda qualcosa che c'era - e aggiungerei che forse come era veramente, non lo sapremo più - e che nel momento in cui ha iniziato ad avvicinarsi, a trasferircisi, quel qualcosa ha cominciato a mutare.

"Amiamo semplicemente un ricordo e non vogliamo credere che tutto sia finito" - in questo momento la tua frase, stampata, sta sulla parete di fronte a me...