☭ Russia, Ucraina & CCCP ! Forum concernente Russia, Ucraina e ex Unione Sovietica☭ Russia, Ucraina & CCCP !
☭ Russia, Ucraina & CCCP ! > Forum Russia-Italia > Italiani all'estero > Business

Investire all'estero

RSS
Autore
Giorno e Ora
Messaggio Operazioni
Andrea Bruno
male
customercare@officialguide.info
Webmaster

Andrea Bruno
Andrea Bruno
Investire all’estero per molti rappresenta la possibilità di tagliare la corda, d’andarsene prima che il Titanic affondi del tutto!
Questa volta vi voglio parlare in merito a investire e aprire una attività in Lettonia.
Ecco che, ho reso pubbliche alcune proposte e idee a cui sto lavorando da diversi mesi. Si tratta dell’apertura di una attività nel settore caffetteria/ristorazione e divertimenti,
In combinazione si possono valutare anche degli investimenti nel settore immobiliare, settore in cui ho già investito appena arrivato senza tanti indugi (non è mia abitudine tergiversare quando le opportunità ci sono e sono allettanti al massimo).
L’area di interessa seno le repubbliche baltiche fatta eccezione per le capitali che ritengo inflazionate e ancora oggetto della bolla speculativa.
Nelle repubbliche baltiche l’anno scorso è avvenuta la precipitazione dei costi immobiliari di mercato, un crack che a ridotto a meno di 1/3 i valori degli immobili in pochissimo tempo, divenendo ora realmente allettante investire in quast’area dell’Unione Europea destinata a crescere e a mettersi in riga con gli altri.
Ho preparato uno spazio sul sito in cui spiego cosa sto facendo e ventilo alcune mie proposte, fate copia incolla del link:
http://www.komunalka.net/?p=31&a=8&t=investirealle...

Questo topic è aperto agli interessati che desiderano discutere sull’iniziativa.


Giorgio Rossi
male
rossil@hotmail.it
Gin75

ottimo, io sto scrivendo anche su indochinavisa.com a vedere se c'è qualche opportunità in giappone. poi mi libero.
Andrea Bruno
male
customercare@officialguide.info
Webmaster

Gli italiani all'estero sono in prevalenza una manica di pellegrini peracottai distratti dal fattore disturbo. Non so con questa testa come si possa andare a competere in Giappone nel sistema ristorazione, dato che proprio i giapponesi in oriente sono molto forti sulla cucina italiana e quindi estremamente competitivi. A tal proposito mi viene in mente che anche nell'ex unione sovietica, la catena più grossa di cucina italiana non è di certo di italiani (Il Patio pasta & pizza).
Ricordo bene che la cucina italiana di quando stavo in Cina:
Con con 2 euro in centro ordini alla carta pasta ai frutti di mare, la milanese con patate al forno e una bottiglia d'acqua marcata Nestlè.. sarà dura competere: Nei paesi filo russi, non capiscono nulla e gli rifili cose a caro prezzo anche se hanno stipendi come quelli dei cinesi! Nei paesi baltici una pizza o il caffè o il dolce costano come in Italia!
Questo è il sito in giapponese: http://www.saizeriya.co.jp/ questi sono i più forti rappresentanti di cucina italiana in oriente (dei giapponesi!)
Andrea Bruno
male
customercare@officialguide.info
Webmaster

L'edificio in cui apro il locale: Si tratta di un edificio storico appena completamente ristrutturato, sito sulla via Riga, nella zona pedonale, il cuore della città
L'edificio in cui apro il locale
Si tratta di un edificio storico appena completamente ristrutturato, sito sulla via Riga, nella zona pedonale, il cuore della città
Questo è il locale in cui sto aprendo il club/ristorante. Cliccando sulla foto si arriva all'album fotografico intero.
Terrò aggiornato l'album man mano che i lavori procedono, fino all'apertura e l'inaugurazione.
L'ambiente lo voglio fare molto schick, con saletta privata, videoproiettori, sedie soffici in pelle, e divanetti, e angolo musicale.
Interni neri e arredo nero che da segno d'eleganza e bancone piastrellato in granito sempre nero con faretti ecc.. Loro guardano più all'apparenza che alla sostanza.
Li farò schiattare a colpi di pastasciutta e calici di vino smile_wink
Джорджо Рианна
male
giorgiorianna@tiscali.it
Giorgiorianna

Andrea ! bello davvero il posto , qua esce fuori proprio un bel progetto !! complimentoni !!
Oleg Capovani
male
oleg_guitar@fastwebnet.it
Olegsvjatoslav

Grande Andrea!
5 ballov!
Andrea Bruno
male
customercare@officialguide.info
Webmaster

Allora ragazzi vi aggiorno.

Ieri sono stato alla esposizione che si è tenuta riservata al settore della ristorazione.
, tenutasi presso MC², tra le altre cose ho conosciuto il proprietario di MC² che è un lardoso pelato rossiccio, a prima vista uno di quelli uno di quelli che sulla pizza ci aggiunge in ketchup, uno pieno palesemente pieno di soldi ma che ancora veste con giacchette pseudo eleganti dai colori molto improbabili e cravattino azzurrino lucente, Sono andato anche a visitare una serie di padiglioni in cui questi commerciano di tutto, dal materiale edile all’arredo, una cosa alla grande, e anche nel settore alimentare ho trovato tutto nonostante palesemente si tratti di persone che non capiscono cosa vendono e importano: Fanno anche l’import, e tra le altre cose mi sono messo d’accordo con il direttore di zona che se mi occorre qualche cosa, basta che gli segnali l’azienda e loro poi fanno il resto.. per esempio, potrei segnalargli la Findus, e poi loro mi fanno avere i quattro salti in padella direttamente consegnati a casa.
Sono anche riuscito a farmi dare la vetrina per il gelato in comodato d’uso (senza tirare fuori un soldo).
Sempre nella giornata di ieri, sono rimasto in parola con altri fornitori nel settore ristorazione per quello che riguarda la possibilità di farmi passare arredo e macchinari da loro, in modo da abbattere i costi. Per esempio: Se quello del caffè vuole che prenda il caffè da lui, la macchina ce la mette lui, si tratta in pratica di uno scambio di sinergie che a me per partire va benissimo e mi fa abbattere i costi. Se seguendo questa politica dovesse succedere che ottenga un notevole risparmio rispetto al preventivato, allora alche il secondo locale (la caffetteria), vedrò di aprirla interamente da solo senza l’ausilio di un socio, anche perché da quando per filtrare i perditempo ho imposto una tassa di 100 euro a chi volesse mettersi in contatto con me, non mi ha più contattato nessuno! Dopo la mia esperienza con gli italiani in Russia, sono abbastanza smaliziato da capire che questi sono bravissimi a farsi credere potenziali investitori e a farti perdere tempo, ma poi alla fin fine presi dal fattore disturbo sono inconcludenti e delle informazioni che gli passi non ne fanno nulla e nemmeno ti sono riconoscenti, non c’è quindi da stupirsi che in Lettonia e nelle repubbliche baltiche, il più grande distributore e importatore di cucina italiana non sia un italiano ma un panzone che magna la pizza con il ketchup. Questi hanno di tutto, dalla bresaola al grana stagionato alla rucola, le ciabattine, però poi ieri nel loro caffetteria in esposizione avevano i panini tipo бутербродик alla russa e ho dovuto fargli vedere io come si fanno i panini..
Ok, ho definito la fase contrattuale del locale in foto, ora è mio ufficialmente e adesso corro all’ufficio tecnico del comune per presentare la domanda per farci le cucine e gli impianti a norma: La documentazione l’ho già prona, devo solo consegnare. Poi vi terrò aggiornati su ogni passaggio che espleterà in maniera autonoma. Praticamente questo topic farà da testimonianza su come ho avviato una attività nell’est Europa, chi interessato mi può anche venire a trovare, ci sono voli dall’Italia su Riga estremamente economici con Ryanair.
Inverno Rosso
male
invernorosso@email.it
Invernorosso

Complimenti Web, Molto bello il palazzetto con gli stucchi e le rifiniture. Vedo che ti sai muovere bene anche tra la burocrazia e le normative.
Toglimi una curiosità da profano, ti stai districanto tra scartoffie e contatti da solo supportato dalla conoscenza della lingua russa, oppure ti sei affidato a qualche appoggio locale? Tanto per sapere quante possibilità ha una persona che conosce il russo e non la lingua locale.smile_sarcastic
Poi magari si viene sù all'inaugurazione! ;)
smile_partymartinismile_partymartini
Andrea Bruno
male
customercare@officialguide.info
Webmaster

Sto facendo da solo, oltre a risparmiare sui costi vado avanti molto più velocemente e ho il polso della situazione. Appena rientrato dall'ufficio tecnico del comune, l’impiegata mi ha preventivato due settimane per darmi il via libera, ma avevo già prima parlato direttamente con l’ispettore che è lei che appone la firma, la quale essendomi presentato con una scatola di cioccolatini e fiori, verbalmente mi ha già garantito tutte le approvazioni, quindi oggi ho sollecitato tempi celeri e prevedo che già la prossima settimana mi chiamino. Poi dovrò presentare il progetto tecnico, che già intanto sto disegnando con il CAD al computer, poi prenderò un geometra di quelli della lista accreditati e gli faccio mettere timbro e firma come se lo avesse progettato lui ma per me con un notevole risparmio di tempi e costi. Quindi la prossima operazione sarà ricavare dal locale gli spazi per la cucina, bagni uomini/donne, guardaroba per il personale, locale magazzino, e locale lavapiatti o forse quest’ultimo rimane in un angolo della cucina (non credo vi siano norme che impongano di separare le due cose, però prima mi accerterò).
Per quanto riguarda la licenza dei tabacchi e alcolici, per i fornitori è un grosso business, e pensavo quindi di chiedere a loro di farmi avere la licenza, in cambio mi rifornirò da loro e quindi ci guadagnano entrambi: Ieri a Riga ho già fatto tale richiesta a più di un potenziale fornitore di alcolici, si sono appuntati la cosa e staremo a vedere!
La lingua è indispensabile, ma ad essere sinceri c’è anche il discorso che i paesi baltici sono in Europa e di conseguenza sono molto più ricettivi e accoglienti che in Russia dove negli uffici ti fanno morire in coda o ti rimbalzano da un posto all’altro dandoti modelli da compilare errati e facendoti attendere in tanto che loro si mangiano la zuppetta in ufficio..
Vi terrò aggiornati!

All’inaugurazione si potrebbe organizzare un raduno

Giorgio Rossi
male
rossil@hotmail.it
Gin75

Bravo webmaster, sei sulla buona strada.

senza un uso professionale dell'inglese o della lingua del paese aprire un'attività è un po come buttarsi in imprese da casinò. tu immagino sei da molti anni in russia e parli anche il russo.. io parlo alla perfezione l'inglese e me la cavo con altre 5 lingue.. ma niente che mi permetta di parlarle come l'inglese..
Il fattore giappone è vero i più grandi ristoratori sono i giapponesi, ma solo perchè hanno imparato dai nostri connazionali che 20 anni fa sono andati a lavorare là e hanno preso come staff i giapponesi. non faccio nomi, ma alcuni napoletani con la pizza sono diventati miliardari, e i prezzi là sono come in italia (anche per quanto riguarda gli affitti) quindi bisogna muoversi con le idee chiare e soprattutto con la grana giusta. c'è ancora spazio comunque. l'importante è non rifilare pacchi, i giapponesi infatti sono molto puntigliosi e se gli servi un vino scadente o olio se ne accorgono subito, a differenza dei russi che sono ancora immaturi da questo punto di vista (ma stanno imparando anche loro).
Andrea Bruno
male
customercare@officialguide.info
Webmaster

Da ieri notte ad oggi ho puntato il piede sull'acceleratore, e sono riuscito a fare tre cose.
Ieri sera ho invitato a casa mia il rappresentante di zona Laima, che sarebbe una Ferrero/Perugina in versione lettone molto nota e presente anche in Russia (a San Pietroburgo una nota caffetteria del centro si chiama infatti Laima (canal Griboedova/Nevlsy pr), e anche un locale sulla Bolshoi prospekt).
Fanno una linea di prodotti che spaziano dai biscotti ai cioccolatini.
Il rappresentante è andato via distrutto a colpi di vodka e birra, scommetto che oggi manco sarà andato a lavorare... Gli ho mostrato i cataloghi di altri fornitori e prezzi, me lo sono arruffianato per benino e mi farà sconti e agevolazioni sui pagamenti.

Di mattina (per fortuna che all'alcol sono geneticamente immune), sono andato a fare visita all’ente sanitario, che sono anche preposti alle ispezioni nei locali pubblici. Li non vi ero mai stato, ho trovato il posto chiedendo al tassista. Parlando con la responsabile, mi ha spiegato tutte le normative a cui il locale e il personale devono attenersi, approfittando di lei ho tirato fuori un foglio e ho iniziato a disegnare la disposizione di cucina, spogliatoio, servizi igienici, ventilazione, stano ai suoi consigli, in pratica in 30 minuti ho voltato via un sacco di lavoro, e ho già l’abbozzo della piantina da impostare nel CAD per il progetto da far approvare dall’ufficio tecnico (che mi chiamerà in settimana).
L’ufficio igiene, ho l’obbligo di effettuare un ispezione, tale ispezione però (pagando), può essere concordata, e ciò va benissimo soprattutto all’avvio quando viene più difficile inquadrarsi con le norme, in particolare ci sono alcune specifiche per la cucina che necessita di banchi separati per la lavorazione di pesce e carne.
Mi sono appuntato tutte le normative, molte razionali, ma ce ne è una strana che consiste nel fatto che il tragitto che compiono le pietanze dalla cucina al cliente non deve intersecarsi con quello dei piatti sporchi che rientrano.. ecco che ora mi si spiega come mai molti locali hanno una finestrella (tipo come nelle mense) per il ritiro delle stoviglie sporche, le quali non ritornano quindi passando per il tragitto delle pietanza.

Nel pomeriggio ho fatto visita all’ufficio di collocamento, si occupano loro di trovarmi il personale, mettere gli annunci e cercare nel database, addirittura mi mettono a disposizione il locale per i colloqui. Il giorno 20 alle ore 11, farò la selezione per il personale: Cameriere tutte gnocche vestite da coniglietto PLAYBOY (http://www.3wishes.com/bunny.asp).


Andrea Bruno
male
customercare@officialguide.info
Webmaster

Per quanto riguarda il personale, prenderò tutto personale italiano (eccetto le cameriere alle quali è richiesta bella presenza), questo per dare una forte impronta di italianità, un tocco di stile che contrassegnerà il locale e lo metterà su un gradino più alto.
Tra le altre cose, impiegando personale italiano, avrò costi minori rispetto ad assumere qualcuno del posto che comunque avrebbe un costi di minimo 200 LAT al mese. La mia idea è di impiegare dei pellegrini non retribuiti, per uno stage, finito il quale riceveranno un attestato di frequenza e pratica della lingua Russa.
Con il fine di ingaggiare “pellegrini”, ho già messo un messaggio di annuncio nella marra laterale destra del sito.. tanto si sa, questi vengono per la gnocca e quando hanno vitto e alloggio pagato, per loro è più che sufficiente.
L’idea di utilizzare pellegrini non retribuiti motivati dal fattore gnocca, non è mia, ma l’ho rubata al consolato italiano, che per l’ufficio cultura è solito utilizzare stagisti ai quali non viene pagato nemmeno l’alloggio.

Ricordo - per chi interessato a investire in un progetto in partnership - il link è questo:
http://www.komunalka.net/?p=31&a=8&t=investirealle...
Ilcontepalatino Ilcontepalatino
male
ernesto@mail.ru
Ilcontepalatino

Si pero' per cortesia..i tuoi futuristici camerieri "pellegrini" imponi almeno l'uso della lingua italiana corretta senza cadenze dialettali solite del pellegrino e il crocefisso in oro esposto a petto villoso per favore NO.

Beh che sia la volta buona che vengo ad un raduno.

p.s. Per il vino se vuoi possiamo parlarne, ho ottimi contatti da me in zona per vini SERI..non brodaglia.

Ciao
Andrea Bruno
male
customercare@officialguide.info
Webmaster

A me il vino interesa, fatta eccezione per i soggetti allo sbaraglio, ovvero quelli con prodotti privi di accisa locale e di una struttura per esportare fin qui a prezzo competitivo: Al supermercato trovo il Chianti in offerta e il Brunello di Montalcino a meno di 3 LAT a bottiglia.
I soggetti allo sbaraglio se interessati, li posso mettere in contatto con importatori, ma mi tocca andare a parlare a Riga magari farmi anche qualche notte in hotel, fare un ordine anche se non interessato per far si che l'importatore metta a catalogo proprio quel prodotto.., occorre poi preparare le etichettature nella lingua locale a norma di legge.
Passate pure il mio contatto, ma un lavoro del genere costa almeno 1000 euro, che l'imprenditore poi non mette di tasca sua, ma se li farà rimborsare con un finanziamento all'internazionalizzazione di impresa o simili.

I soggetti LOMBARDI (piccole e medie imprese), interessate a questo progetto di investimento o ad allargare la propria sfera di interesse nei paesi baltici, possono contattarmi per accedere al finanziamendo qui descritto:
http://www.globus.camcom.it/globus5033.aspx

Andrea Bruno
male
customercare@officialguide.info
Webmaster

Segui anche tu le orme del webmaster – il più grande fancazzista di tutti i tempi - specializzato nel fare la pacchia! (qualifica affinata con anni e anni di comprovata esperienza).
L’investimento è molto esiguo e il motivo è esclusivamente un fattore temporale, ovvero esattamente in questo momento l’immobiliare è sottocosto: Questa opportunità si è aperta nel 2009 con il crollo del valore degli immobili nei paesi baltici, ora i prezzi sono già in ascesa, occorre approfittarne finché questa piccola finestrella che si è aperta rimarrà a portata di mano.
Pubblicizzo questo non per filantropia, ma perché ho il mio interesse a farlo: Mi farò retribuire il servizio (ragion per cui gli interessati sono spariti tutti! Per me, meglio così che correre gratuitamente avanti e indietro al servizio di pellegrini inconcludenti come feci a suo tempo in Russia).
Taglia anche tu la corda e finalmente mettiti a fare la bella vita circondato dalla gnocca, con un investimento esiguo come da esempi:

Proposta n.1
30.000 €, per acquistare appartamento in centro in qualsiasi città nel baltico eccetto nelle capitali, e avviare in partecipazione al 50% con me attività nel settore caffetteria/ristorazione/vine-bar e affini.

Proposta n.2
25.000 €, Avviare attività in proprio nel settore caffetteria/ristorazione/vine-bar e affini.

Proposta n.3
15.000 €, Avviare attività in partecipazione al 50% nel settore caffetteria/ristorazione/vine-bar e affini.

Non dovrete fare nulla, troverete già la pappa pronta, mi occuperò per vostro conto di tutto!
Astenersi perditempo! Per informazioni:
http://www.komunalka.net/?p=31&a=8&t=investirealle...


Alessandro Mar
male
alteres71@cheapnet.it
Alexxandro

Complimenti per l'iniziativa!! thumbs_up
Andrea Galifi
male
andreagalifi@libero.it
Siciliano76

Sei un grande!! Ci sto pensando seriamente...spero non sia limitata nel tempo l'offerta...
Tomas Bruschetti
male
arkan_dobro@yahoo.it
Krasnylev

sta attento ai pellegrini...
Andrea Bruno
male
customercare@officialguide.info
Webmaster

Dove sono io di pellegrini non ce ne sono, (al massimo ce ne è uno, ma è innocuo e di compagnia).
Allora, pianificato di aprire per il primo aprile, sto spingendo i motori avanti tutta: Questa mattina ho disegnato con il CAD la nuova disposizione del locale, con bagni e cucina, e nella piantina ho disposto i posti a sedere così come desidero vogliano essere:
Lasciando anche uno spazio per il ballo e musica, ci stanno 60 posti a sedere, disponendo anche altre alle sedie dei comodi divani: Chi ha viaggiato in Russia sa che differenza di livello rappresenti per un locale la presenza di posti a sedere “morbidi”. Un locale privo di divani verrebbe snobbato dalla gente più abbietta (mentalità frutta del forte imborghesimento).
Aver raggiunto (e superato), i 50 posti a sedere, significa poter organizzare nel locale matrimoni, cene di addio al defunto (in voga in Russia più che in Calabria), pranzi aziendali, compleanni, ecc.. avere una consistente disponibilità di posti mi garantisce una buona rendita dall’indotto dovuto dalle varie feste private e ricorrenze: Bene –bene.
Nel pomeriggio ho fatto visita a un locale di proprietà di una mia amica, (che nonostante le minute dimensioni reputo essere il migliore sotto tanti aspetti, peccato che per via della sua posizione non tira tanto), è sono riuscito a carpire informazioni su come ottenete il permesso per l’attività in comune, la licenza per la diffusione musicale, e come affrontare le disposizioni antincendio.
A questo punti i motori dell’ Enterprise sono avanti tutta in modo da aprire per aprile: Tempi da record considerando che la ristrutturazione deve ancora partire, e mi mancano le cose sopra elencate, ma conto di farcela!