📁
☭ Russia, Ucraina & CCCP ! Forum concernente Russia, Ucraina e ex Unione Sovietica☭ Russia, Ucraina & CCCP !
Donne Russe > Situazioni

La tiritera

La prassi che da il via a relazioni affettive rapide tra russe e italiani

Ragazza russa: La cura della nonna contro i brufoli
Ragazza russa
La cura della nonna contro i brufoli

La prassi che da il via a relazioni affettive rapide tra russe e italiani
Con il termine “la tiritera”, si vuole descrivere una pratica “scontata”, unta bisunta e abusata, che viene perpetrata dalle ragazze russe o ucraine che intrattengono rapporti con gli stranieri.
Essendo questo un tema nel quale sono incappati praticamente tutti coloro che guardano ad est, viene da tutti gli amanti del “Pianeta Russia” dato per scontato e di conseguenza poco se ne parla così che i nuovi adepti ne vengono a conoscenza solo fortuitamente in seguito.
Ci sono una serie di “procedure” riguardanti l’atteggiamento delle russe verso lo straniero (abbiamo per esempio già parlato del “compleanno dell’amica”) che si possono catalogare alla stessa stregua di come qui classifichiamo alcuni classici stereotipi che rappresentano i personaggi più frequenti dello scenario intitolato “Pianeta Russia”.
Incominciamo con il dire che le russe, per la loro indole non accetterebbero mai una relazione con uno sconosciuto, in modo particolare se si tratta di relazioni che si possono classificare come “intime”.
Ecco quindi che lo straniero – soprattutto se si parla delle sue prime esperienze nei paesi dell’est quali Russia e Ucraina – si trova impossibilitato, nell’intraprendere  –  come invece lui vorrebbe  – rapporti d’una certa intimità, a meno che non interviene il fattore che stiamo per descrivervi, il quale si raffigura come elemento fondamentale per accelerare i tempi che una normale relazione affettiva richiederebbe per giungere a maturazione.
Il lettore dopo tutto sto popò d’introduzione si sta già chiedendo: “ma mi debbo sorbire  tutta sta sbobba per venire a conoscenza di cosa sia sta tiritera?”.  – Purtroppo sì, perché la piena comprensione del fenomeno è fattibile se adornata da fattori che a prima vista potrebbero passare per banali e folcloristici.
Allora: La ragazza russa dei tempi moderni sa benissimo che ad occidente, in particolar modo nel bacino del mediterranei, non pare bella cosa quando una ragazza s’infila a letto con uno con il quale da poco è stata intrapresa una relazione, e quindi lascia il proprio innamorato sulle spine anche nel caso in cui lei sia di quelle che si infilano a letto con il primo che capita. Ecco quindi che il “pellegrino” che ci legge e apprende tali aspetti, nei suoi viaggi ad est lo troviamo a ribadire alla sua lei appena conosciuta: “Non farti remore, a casa mia quello che stiamo per fare non è brutta cosa! Anzi..”, ma non è di questo che vogliamo parlarvi, ed ora arriviamo al dunque!
Anche le ragazze con la brutta abitudine di finire immancabilmente nel letto di uno sconosciuto a seguito di una chiassosa nottata condita da alcol e musica, si fanno remore per il dilettevole accaduto, perché andare a letto con uno sconosciuto non è un gesto per loro cultura moralmente accettabile! Ecco quindi lei, al suo risveglio piagnucolare a se stessa “sono finita un’altra volta a letto con uno sconosciuto, come se fossi una zoccola!  maledizione”, e per cercare di rimediare velocemente si affretta a chiedere il nome al suo principe, perché il sapere il suo nome – secondo la tradizione – lo eleva ad un rango superiode rispetto a quello di sconosciuto.
Quella che noi definiamo come tiritera è una pratica che potremmo definire come profilattica, in quanto la ragazza con il suo agire, cerca in maniera preventiva di far ricadere forzatamente il sui lui, nella cerchia delle proprie conoscenze, e quindi lo predispone velocemente per una relazione affettiva senza remore di sorta.
E’ prassi che la ragazza russa intenzionata a “concedersi” prontamente a colui da poco conosciuto, per mettersi apposto con la propria coscienza, elevi velocemente costui al rango di conoscente e “amico di famiglia”, per fare ciò la via più breve e quello di fargli visionare l’album di famiglia!: “Lo vedi questa, è mia mamma, e sai chi è questo qui? Non lo sai? E il mio gatto! E questa è la nonna! Mia nonna è molto brava, sa fare i bliny”. Ecco lui, per via di questa tiritera, finire velocemente nella sfera degli affetti di casa! Da ora in poi non sarà più considerato come sconosciuto, ma uno di casa che se messo in veste di intimo di famiglia non potrà dare adito a remore personali!
Visto che la tiritera, non è affatto una pratica conosciuta ad occidente, spesso, e soprattutto chi alle prime armi, non è in grado di intendere la portata dell’avvenimento! Ecco quindi che il povero avventore, dopo aver visionato l’albero di famiglia, rimane impassibile, mentre a lei gli si visualizza sopra la testa la classica nuvoletta dei fumetti con inciso “ma cosa aspetta questo idiota a mettermi le mani addosso?”. Chiaramente chi invece più scaltro, se la cosa lo intriga, arrivato a questo punto si da all’amplesso senza alcuna esitazione.

Argomenti nella stessa categoria