📁
☭ Russia, Ucraina & CCCP ! Forum concernente Russia, Ucraina e ex Unione Sovietica☭ Russia, Ucraina & CCCP !
Frodi

L’imprinting e ragazze approfittatrici

Sono innumerevoli i nostri connazionali che in preda all’imprinting si fanno abbindolare da ragazze russe approfittatrici, vediamo di scoprirne i meccanismi

Si tratta di quel fenomeno per il quale i pulcini appena nascono, stabiliscono che la prima cosa che vedono sia la loro mamma.
Questo “disturbo” in una forma assai contorta affligge anche innumerevoli signori uomini italiani in pellegrinaggio in Russia per la prima volta, ovvero la prima ragazza o donna che vedono una volta atterrati in terra santa, per loro sarà la “propria ragazza”, sì, proprio così! Si innamorano della prima ragazza russa che vedono indipendentemente dalle qualità e pregi che questa può avere, anzi il più delle volte succede che si tratti proprio del peggior tipo di ragazza russa che si possa incontrare, come per esempio quelle che di professione pescano in continuazione i vari “polli” stranieri tramite internet (nelle chat o nei siti di incontri), con il fine di scroccare un viaggio all’estero! Vediamo quindi di chiarire un po’ questo meccanismo con parole semplici:
In Russia innumerevoli ragazze (possiamo stimare il 3% del totale), non hanno nessuna remora morale ad utilizzare il sesso come propria e unica risorsa al fine d'ottenere cospicui vantaggi personali; il che di perse non sarebbe una tecnica deplorevole se non per la metodologia estremamente amorale con cui viene perpetrata questa tecnica a danno dei signori uomini italiani (che sovente ci cascano come dei boccaloni), in pratica si tratta di una tecnica che per la sua natura e slealtà la possiamo definire estremamente deplorevole, alla stessa stregua di altre strategie come per esempio quelle utilizzate dalle “scam”, solo che qui i meccanismi sono più sottili e meno evidenti, quindi un soggetto poco esperto rischia di cadere nell’inganno facilmente, per fortuna che tuttavia questo genere di ragazze sta scomparendo (soprattutto dalle grosse metropoli della Russia europea), questo per via del fatto che sono innumerevoli gli italiani (e qualcuno anche di altre nazionalità) che si innamorano di questi soggetti e le portano via dalla Russia (infatti benché stimiamo un 3% su media nazionale di ragazze di questo genere, sia a Mosca che a San Pietroburgo scendiamo tranquillamente sotto l’ 1% date che molte hanno già trovato il proprio pollo che se le è portate via). E’ bene sottolineare che nonostante la percentuale di ragazze russe  in cerca di polli da abbindolare sia esigua (3%), la maggior parte dei nostri connazionali si va a beccare proprio una ragazza tra queste! Vuoi perché siano quelle che si trovano nei siti web di incontri o in chat, vuoi perché si tratta di ragazze che frequentano locali in cui bazzicano italiani, vuoi anche perché sono quelle che spiccicano qualche parola di italiano (o inglese), di fatto sta che al maschio di casa nostra le opportunità di conoscere questo tipo di ragazza sono assai più numerose rispetto quelle di conoscere una ragazza russa normale (per intenderci, una “ideale mogliettina”), ed è così che innumerevoli “benemeriti pellegrini” finiscono per rovinarsi.
Vediamo ora di capire bene di cosa si tratta:
Si tratta di ragazze che ambiscono solamente a andarsene in giro a spese di qualche pellegrino (facendo leva sul fenomeno dell’imprinting), di sovente le loro manovre non sono spontanee me guidate da una altra amica che consiglia loro cosa fare (in genere si tratta di una amica più scaltra che ha molta più esperienza in questo genere di cose e sa esattamente che consigli dare per abbindolare al meglio il malcapitato).
In genere questo tipo di ragazze sono quelle che normalmente si concedono sessualmente il primo giorno che ci si è conosciuti, quel tipo di ragazza russa che pratica il sesso  come “bere un bicchier d’acqua”, tuttavia con il malcapitato si concedono raramente con la rapidità con cui sono abituate fare, questo per non creare sospetti (visto che oramai le russe conoscono anche solo per sentito dire i nostri usi e costumi, e sanno benissimo che “darla facilmente” per noi occidentali non è “cosa bella” e soprattutto non arreca nessun vantaggio).
Incominciamo col dire che tutta la struttura di questo inganno, si regge sul fatto della consapevolezza da parte della ragazza russa (che per convenzione definiamo come “approfittatrice”), del fatto che il malcapitato maschio italiano soffra del cosiddetto “imprinting” e una volta innamorato della prima ragazza che vede, non capisce più nulla, quindi lo si può abbindolare con estrema facilità.
In questi casi non sarà mai consuetudine da parte della ragazza russa che architetta la trappola portare il proprio uomo (o il proprio “pollo”) in luoghi dove ci sono altre ragazze russe del suo livello (come per esempio nelle discoteche dove va la gente comune con stipendi medi russi), perché la cosa che fa più paura ad una ragazza russa di questo tipo, è una altra ragazza russa dello stesso genere! (nei locali di elite, il problema sussiste di meno in quanto, i costi elevati filtrano il tipo di clientela, e le ragazze che frequentano i posti più costosi hanno tutte il proprio “sponsor”, ovvero l’uomo che paga, e quindi non stanno a guardarsi attorno con l’intenzione di trovare un malcapitato da approfittarsene), ecco che è uso da parte delle ragazze russeapprofittatrici” porta il malcapitato esclusivamente nei locali più di elite, quelli che loro non possono permettersi (per non rischiare di entrare in concorrenza con altre approfittatrici).
Ma cosa cerca di concreto questo tipo di ragazza e come attua la propria tattica? Cerca semplicemente quello che noi del settore definiamo con il termine di “Caronte”, ovvero quel qualcuno che a proprie spese la “traghetti” al di la del confine, un pellegrino disposto a pagarle visto e biglietto aereo in cambio di qualche illusione. Oltre alle difficoltà burocratiche e lo sforzo economico che il pellegrino dovrà affrontare per far venire l’ “approfittatrice” in Italia, occorre mettere in conto tutta una serie di eventi che si presenteranno puntualmente, come per esempio nel viaggio che dovrà affrontare in aereo verso il bel paese, se capiterà seduta affianco a qualche italiano state ben certi che lei gli lascerà il proprio numero di telefono, come lo lascerà agli innumerevoli pellegrini che attaccheranno bottone con lei in aeroporto, e in tutte quelle situazioni che si presenterà l’opportunità in Italia, tutto questo al fine di iniziare nuove tresche con altri ignari.
Come distinguere questo genere di ragazza? Non è cosa facile, in via generale è più facile distinguere il malcapitato anziché la ragazza approfittatrice! In genere l’ignaro pellegrino è innamorato ma non lo ammette e spara frasi di questo tipo: “Io in Italia ho le mie storie e non ho assolutamente problemi a farmi una ragazza”; “la mia ragazza russa è una di quelle che sta bene”; “lei non mi ha chiesto soldi, ma ho voluto pagarle tutto io”… In via generale quando qualche maschio italiano incomincia di spontanea volontà a sparare frasi di questo tipo, sussistono sere probabilità di trovarci dinnanzi a soggetti in balia di “approfittatrici”. La ragazza in questione, è facile che abbia in passato già avuto occasione di scroccare a qualche pellegrino un viaggio in Europa (dal suo passaporto è possibile stabilire se ha già ottenuto in passato altri visti), in genere sono bravissime a tenere dei flirt paralleli con terzi via SMS (o sistemi informatici, come e-mail ecc..), guardando nel suo telefonino è possibile capire tante cose (per esempio nella rubrica “contatti” e negli SMS archiviati si trovano informazioni preziose), ma soprattutto non sono tanto furbe nel non farsi beccare (perché abituate agli uomini russi che se ne fregano), per esempio se quando la ragazza in questione riceve una telefonata sul cellulare si alza di scatto da tavola e senza dire nulla scappa come un ladro in balcone o in bagno a conversare, state pur certi che le possibilità che si tratti di una ragazza russa del tipo “approfittatrici” sono più che fondate. Altri sospetti nascono per esempio nel caso in cui la ragazza in questione durante la propria permanenza in Italia, deve andare per qualche giorno in un'altra località con la scusa di incontrare una “amica” (l’amica sicuramente esiste, ma esiste sicuramente anche un pellegrino che se la “vuole fare” e con cui lei ha già avviato una relazione).
E’ bene precisare che in Russia ci sono brutte abitudini che potrebbero trarre in inganno e far credere di essere in balia di una ragazza approfittatrice, mentre invece non è così, per esempio è normale consuetudine che le ragazze in Russia facciano uno squillo al cellulare e riaggancino per essere richiamate, oppure non è abitudine in Russia pagare alla romana se si esce con una donna, anzi in questo caso le ragazze che pretendono di pagare alla romana o offrire creano maggior sospetto ed è sintomo che hanno già avuto delle tresche con italiani (in questo caso sarà opportuno andare a fondo e verificare).
Ragazzi, detto tutto questo la morale è: “State in campana!”, non fate i pellegrini e mai innamorarsi a prima vista, ma cercate sempre qualche affinità con il proprio partner che non sia solamente fisica!


 

 

Argomenti nella stessa categoria