📁
☭ Russia, Ucraina & CCCP ! Forum concernente Russia, Ucraina e ex Unione Sovietica☭ Russia, Ucraina & CCCP !
Curiosità

Me la dai o no!

Ragazze russe, usi costumi e tradizioni

Ragazza russa: La cura della nonna contro i brufoli
Ragazza russa
La cura della nonna contro i brufoli

Questa piccola parentesi serve a chiarire e spiegare un aspetto comportamentale che riguarda le ragazze russe, e quindi direttamente anche tutti coloro che giungono in Russia con lo scopo di conoscere ragazze russe a vario titolo.
Innanzitutto incominciamo con il dire che il “turista tipo” che si reca in Russia è un soggetto che non ha una compagna stabile e soprattutto un uomo che non vive una vita sessuale normale in Italia e cerca in Russia una via di uscita, uno sbocco.
Questi soggetti, che noi per convenzione chiamiamo “benemeriti pellegrini”, non fanno distinzione tra compagna a scopo seria relazione e donne di facili costumi per prestazioni sessuali a pagamento, la cosa sembra molto strana ma di fatto in Russia arrivano una valanga di signori uomini che nemmeno loro sanno bene cosa vogliono e che comunque non appena vedono che la loro possibile compagna, conosciuta sul posto o in internet non si concede entro poche ore, incominciano ad andare fuori di melone e a cercare prestazioni sessuali a pagamento nei posti costruiti artificiosamente per questi signori. Capita sovente d’osservare in Russia orde di disperati che si rantolano come bestie ferite a cerca di sesso, generalmente si tratta di persone che hanno poco tempo a disposizione in quanto si fermano per pochi giorni e quindi più ci si avvicina alla data del rientro e più questi si comportano come trottole impazzite fuori controllo, soprattutto se la loro compagna conosciuta da li a poco non si concede sessualmente; Ma a tal proposito occorre precisare che non è sicuramente uso e costume delle donne russe, praticare il concetto di “tirarsela”, anzi, è buona norma far si in tutti i modi che l’ospite si senta a proprio agio, e il sesso viene usato più che volentieri come moneta di contraccambio e come segno di ospitalità, tuttavia sussiste un fenomeno che si è sviluppato negli ultimi anni grazie soprattutto al flusso migratorio delle donne russe in Italia, ovvero: Ammettiamo che un italiano volesse andare a trovare una amica di una ragazza russa conosciuta in Italia (magari la moglie di qualche nostro connazionale), e lo scopo di questa visita è di creare una seria relazione in vista di un possibile matrimonio; A questo punto cosa succede? Succede che la ragazza russa che si è sposata e vive in Italia, avvisi telefonicamente la amica in Russia avvertendola del fatto che secondo la nostra cultura, concedersi nel giro di poco tempo non è cosa bella, insomma che “pare male” e non è cosa assolutamente da farsi. In pratica le russe che vivono in Italia trasmettono (sottoforma di consigli) alle amiche in Russia le nostre tradizioni e quindi gli italiani che si recano in Russia appositamente per conoscere qualche amica di russe che vivono nel “bel paese”, vanno immancabilmente in bianco. Ce da dire tuttavia che la ragazza russa non ha sicuramente intenzione di non concedersi in eterno, è una cosa premeditata che regge per pochi giorni, in genere quattro, non di più, tuttavia l’uomo italiano non ottenendo alcun risultato dal punto di vista sessuale nel giro di poco tempo, finisce per trovarsi un’altra compagna (in genere capita tuttavia che va a finire con una altra donna che come la prima anche lei conosce la nostra cultura se non addirittura parla la nostra lingua), e quindi l’andare in bianco si ripete ancora, ragion per cui troviamo questi poveri “pellegrini” alla fin fine andare a cercare sesso a pagamento nonostante le intenzioni inizialmente non fossero su questa linea.
Questa caratteristica accomuna non solo le amiche delle donne russe che vivono in Italia, ma anche tutte quelle ragazze e donne che conoscono la nostra cultura, ovvero quelle che parlano la nostra lingua, quelle che sono state in vacanza in Italia, quelle che hanno avuto un ragazzo italiano, ecc.. mentre le donne e ragazze russe che non conoscono affatto la nostra cultura (e generalmente non si trovano ne a San Pietroburgo, ne a Mosca e tanto meno a Kiev come in nessuna città in cui c’è un forte afflusso di turisti italiani) si concedono con la tranquillità e naturalezza di bere un bicchier d’acqua, un gesto oseremo dire di cortesia verso lo straniero che in questo modo viene omaggiato e messo a proprio agio nella maniera più naturale possibile.
Cari amici pellegrini, ricordatevi quindi che in caso stiate per andare a trovare in Russia la amica di qualche ragazza russa che vive in Italia, questa la avvisa dicendole: “Natasha! Ferma tutto e stai attenta che per gli italiani il sesso non è una naturalezza, anzi non è affatto cosa bella! Qui in Italia noi donne ac1quistiamo un potere che in Russia non esiste, il potere del ricatto sessuale verso l’altro sesso… ecc. ecc.”. Le ragazze russe non appena diventano consapevoli di questo aspetto, spergiurano di non essere mai state “ragazze facili”, e che l’usanza russa di accogliere eventuali turisti italiani nel “migliore dei modi” è solo una diceria, una specie di offesa… tuttavia noi sappiamo benissimo che questo non è assolutamente vero.

Argomenti nella stessa categoria