☭ Russia, Ucraina & CCCP ! Forum concernente Russia, Ucraina e ex Unione Sovietica☭ Russia, Ucraina & CCCP !

Gioca Volley S3 In Sicurezza: la carica dei 1500 alla Reggia…

Pool 2: 2° giornata
ITALIA – RUSSIA 3-1 (25-20, 17-25, 25-21, 25-23)
ITALIA: Porro 1, Scardia 8, Disabato 11, Stefani 21, Gianotti 5, Michieletto 11. Libero: Catania. Ferrato, Leoni 1, Pol. N.e: Cianciotta e Dal Corso. All. Fanizza
RUSSIA: Anoshko 1, Antonov 11, Fedorov M 6, Murashko 2, Kurbanov 15, Sinitcyn 6. Libero: Fedorov I. Potaliuk, Terentev, Enns 8. N.e: Dineykin e Gorbanov. All. Nikolaev
Arbitri: Hovath (Ung) e Ayata (Tur)
Note: Durata Set: 24’, 23’, 26’, 28’.  Italia: 9 a, 15 bs, 6 m, 40 et. Russia: 4 a, 14 bs, 14 m, 34 et.

PUCHOV  (Slovacchia). La nazionale italiana under 18 maschile con una prestazione maiuscola ha ottenuto il secondo successo al Campionato Europeo di categoria, 3-1 (25-20, 17-25, 25-21, 25-23) ai danni della Russia.

I ragazzi di Vincenzo Fanizza, contro una delle formazioni favorite per la vittoria del torneo, hanno mostrato una gran pallavolo, unendo alle qualità tecniche anche un’ottima organizzazione di gioco.

Sin dal primo parziale Stefani e compagni hanno messo in evidente difficoltà i russi che solo nel secondo set sono stati in grado di replicare. Dal terzo in poi, infatti, l’Italia ha dettato legge, ottenendo un successo preziosissimo per la qualificazione alle semifinali di Zlin che assegneranno le medaglie.

Domani i ragazzi di Fanizza dovranno sostenere un altro match molto importante contro il Belgio: ore 20.

Il top scorer della gara è stato nuovamente Tommaso Stefani (21 p.), seguito da Alessandro Michieletto e Piervito Disabato entrambi autori di 11 punti. Rispetto agli avversari gli azzurrini sono stati più efficaci in battuta (9 aces a 4), mentre a muro hanno prevalso i russi (14 a 6).

Rispetto a ieri la novità della formazione iniziale è stato l’inserimento di Porro al posto di Ferrato in regia, confermati: Stefani opposto, schiacciatori Disabato e Michieletto, centrali Scardia e Gianotti, libero Catania. Nel giorno del suo compleanno assente forzato il centrale Damiano Cianciotta, infortunatosi ieri alla caviglia sinistra.

LA GARA – Pronti via l’Italia ha mostrato un atteggiamento sfrontato e coraggioso, al contrario dei russi che hanno faticato a prendere le contromisure ai ragazzi di Fanizza. Il turno in battuta di Stefani (8 punti nel set) ha creato seri problemi alla ricezione avversaria, permettendo all’Italia di allungare (16-12). Un’ottima organizzazione di gioco, sommata a una fase muro efficace ha tenuto a freno l’attacco russo, costringendolo a diversi passaggi a vuoto. La Russia non si è comunque arresa e ha accorciato le distanze fino al (20-19), momento in cui la nuova accelerata, firmata da Michieletto e compagni, ha chiuso il parziale (25-20).

Più equilibrata la seconda frazione, entrambe le formazioni, infatti, per lunghi tratti si sono espresse sugli stessi livelli, arrivando appaiate sul (14-14). La parità è stata spezzata dai russi, capaci di imbrigliare l’attacco azzurro che ha perso efficacia. Fanizza ha tentato la carta del doppio cambio Ferrato-Leoni e poi ha inserito Pol, ma l’Italia non ce l’ha fatta a rientrare (17-25).

Al rientro in campo la nazionale tricolore ha reagito prontamente e grazie ad alcuni errori degli avversari si è portata al comando. Una volta avanti Disabato e compagni sono saliti di livello e con grande determinazione sono stati in grado di difendere il vantaggio dal tentativo di rimonta russo (25-21).

Simile l’andamento della quarta frazione, dopo una fase di equilibrio sono stati gli azzurrini a rompere gli indugi, mentre i russi sono scivolati indietro. L’Italia ha commesso pochissimi errori, mantenendo sotto pressione i russi che le hanno tentate tutte per portare la gara al quinto, ma alla fine si sono dovuti arrendere (25-23).

VINCENZO FANIZZA: “Siamo davvero felici per questo successo, anche se in alcuni aspetti abbiamo ampi margini di miglioramento. Nel secondo set la nostra ricezione è calata, però devo fare i complimenti ai ragazzi per come hanno reagito nel terzo e quarto parziale. Questo è un successo molto importante per il nostro cammino nel torneo, adesso però non dobbiamo commettere l’errore di abbassare la guardia. Bisogna continuare a pensare una partita alla volta, ora ci godiamo un po’ la vittoria e poi prepareremo al meglio il Belgio.”

TOMMASO STEFANI: “È stato una partita combattuta e per questo è ancora più bello esser riusciti a vincerla. Rispetto all’Europeo U17 loro sono cresciuti, ma anche noi abbiamo dimostrato di aver fatto un salto in avanti. Iniziare la competizione con due successi ci dà molta carica, però domani dovremo subito affrontare un’altra avversaria tosta come il Belgio. Nel 2017 li battemmo nella finale dell’Europeo e quindi sono convinto che faranno di tutto per prendersi la riscossa.”

Classifica Pool 2: Belgio 2v-0p 6p, Italia 2v-0p 6p, Russia 1v-1p 3p, Francia 1v-1p 3p, Slovacchia 0v-2p 0p, Ucraina 0v-2p 0p.

Risultati Pool 1
Grecia – Turchia 3-1 (19-25, 25-22, 26-24, 25-17)
Rep. Ceca – Bulgaria 2-3 (19-25, 25-21, 18-25, 25-18, 9-15)
Germania – Bielorussia 3-1 (25-19, 25-31, 25-19, 25-19)

Classifica Pool 1: Germania 2v-0p 6p, Rep. Ceca 1v-1p 4p, Turchia 1v-1p 3p, Grecia 1v-1p 3p, Bulgaria 1v-1p 2p, Bielorussia 0v-2p 0p.

Calendario di domani 
9 aprile
ore 15 Bulgaria-Grecia (Pool 1); Russia-Francia (Pool 2)
ore 17.30 Bielorussia-Repubblica Ceca (Pool 1); Slovacchia-Ucraina (Pool 2)
ore 20 Turchia-Germania (Pool 1); Belgio-Italia (Pool 2)

Formula
Al termine della prima fase giocata con il consueto round robin le prime due classificate di ciascuna pool (a Zlin e Puchov) accederanno alle semifinali incorciate, le terze e le quarte giocheranno per la classifica dal quinto all’ottavo posto, mentre le ultime due saranno invece eliminate. Tutti gli incontri della fase finale si svolgeranno a Zlin.