☭ Russia, Ucraina & CCCP ! Forum concernente Russia, Ucraina e ex Unione Sovietica☭ Russia, Ucraina & CCCP !

Russia, la pista del kamikaze kazako dietro la strage di San Pietroburgo. E Trump telefona a Putin

Quattordici  morti e decine i feriti nell'attentato che ha preso di mira la linea blu della metropolitana.   Secondo l'agenzia Interfax il "kamikaze sarebbe un 23enne nativo dell'Asia Centrale" che avrebbe celato l'ordigno in uno zaino. Si è invece presentato alle autorità e ha dichiarato di essere estraneo ai fatti l'uomo con la barba vestito di nero la cui immagine era stata diffusa dai media. Finora nessuna organizzazione terroristica ha rivendicato l'attentato


 

La procura generale russa parla di "attentato terroristico" dopo l'esplosione avvenuta ieri nella metropolitana di San Pietroburgo. Sarebbero 14 i morti. Lo riferisce il sito di informazione Fontanka.ru che per primo stamane ha dato la notizia. Secondo fonti citate dalla testata almeno 11 corpi sono sottoposti ad autopsia. Due altre persone risultano decedute all'ospedale Mariinsky. Una donna, la 14esima vittima, sarebbe deceduta mentre era in ambulanza verso il più vicino ospedale. Decine i feriti, alcuni in modo grave. Tra le persone coinvolte ci sarebbero anche bambini, ma ancora non si conosce il numero né l'identità. Da oggi lutto cittadino per tre giorni.


La pista del kamikaze islamista 23enne
Smentendo quanto finora affermato l'antiterrorismo russa starebbe seguendo la pista di un kamikaze, membro di un'organizzazione terroristica islamista messa al bando nel Paese, quale responsabile dell'attentato alla metro. Secondo l'agenzia Interfax una fonte dei servizi di sicurezza sostiene che il "kamikaze sarebbe un 23enne nativo dell'Asia Centrale" che avrebbe celato l'ordigno in uno zaino.

Il tutto "sulla base dei resti ritrovati che fanno propendere per un'esplosione causata da un attentatore suicida, ma la certezza potra' solo venire dopo l'esame del Dna" ha aggiunto la fonte dietro condizione di anonimato.       Finora nessuna organizzazione terroristica ha rivendicato l'attentato.


L'uomo della foto: "Io non c'entro"
Si è presentato alle autorità e ha dichiarato di essere estraneo ai fatti l'uomo la cui immagine era stata diffusa dai media russi come quella di un presunto responsabile dell'esplosione nella metropolitana di San Pietroburgo. Lo ha fatto sapere l'agenzia Interfax, citando una propria fonte. L'uomo compariva in alcuni fermi immagine, che i media descrivevano come provenienti dalle telecamere di sorveglianza, e appariva di mezza età, con la barba scura, vestito di nero e con un berretto dello stesso colore.




Gli attentati ceceni
Negli ultimi anni la Russia è stata il bersaglio di numerosi attentati da parte di militanti ceceni: nel marzo 2010 almeno 38 persone morirono nell'attacco di due donne kamikaze nella metropolitana di Mosca. Nel 2004 oltre 330 persone, per più di metà bambini, morirono nel massacro nella scuola di Beslan. Nel 2002 la polizia fece irruzione in un teatro di Mosca per porre fine al sequestro degli spettatori e il bilancio finale fu di 120 ostaggi uccisi. Quando era premier, nel 1999, lanciò una campagna contro i separatisti islamici in Cecenia e da presidente ha continuato a combatterli.