☭ Russia, Ucraina & CCCP ! Forum concernente Russia, Ucraina e ex Unione Sovietica☭ Russia, Ucraina & CCCP !

Consiglio d'Europa, la Russia blocca i fondi. Non invierà gli 11 milioni previsti a fine anno

Il presidente della Duma: Il trasferimento è impedito. Mosca per rientrare nell'organismo chiede il ripristino dei diritti di voto per i suoi delegati

Il presidente della Duma: Il trasferimento è impedito. Mosca per rientrare nell'organismo chiede il ripristino dei diritti di voto per i suoi delegati

La a Russia ha sospeso un terzo del suo rimanente contributo al bilancio del Consiglio d'Europa (CoE), lasciando quest'anno il gruppo internazionale dei diritti senza 11 milioni di euro. Lo ha dichiarato il presidente della Camera bassa del parlamento, la Duma, Vyacheslav Volodin. "Il trasferimento è impedito, ci sono finanziamenti in fasi, e così un terzo lasciato per la fine dell'anno non verrà inviato affatto", ha spiegato Volodin ai giornalisti. La Russia è uno dei principali contributori del bilancio della CoE insieme a Francia, Regno Unito, Germania, Italia e, più recentemente, la Turchia. Il suo contributo totale per il bilancio corretto del CoE 2017 è di 33 milioni di euro, secondo il sito web dell'organizzazione. I media hanno suggerito che la Russia ridurrà i propri oneri al bilancio del Consiglio a causa della mancanza di una delegazione della Federazione all'Assemblea parlamentare del Consiglio d'Europa (PACE). La Russia lo ha lasciato alla fine del 2015, a seguito delle risoluzioni dell'Assemblea per il 2014 e il 2015 che hanno privato la delegazione di Mosca del diritto di voto nelle sessioni e del diritto di partecipare ai lavori dei suoi tre organi chiave: l'Ufficio di Presidenza. il Comitato e l'organismo permanente sulla scissione della Crimea. La Russia non ha rinnovato le proprie credenziali prima delle sessioni invernali dell'Assemblea 2016 e 2017 e ha reso il suo ritorno condizionale al pieno ripristino dei diritti di voto dei suoi delegati.

Russia has suspended one-third of its remaining contribution to the Council of Europe's (CoE) budget, leaving the international rights group 11 million euros ($12.39 million) short this year, speaker of the lower chamber of parliament Vyacheslav Volodin said Tuesday. "The transfer is blocked. There is financing in stages, and so the one-third left for the end of the year is not transferred at all," Volodin told reporters. Russia is one of the main contributors to the CoE budget along with France, the United Kingdom, Germany, Italy, and more recently, Turkey. Its total contribution for the adjusted 2017 CoE budget totals 33 million euros, according to the organization's website. Media reports suggested Russia was to cut down its dues to the council's budget because of the Russian delegation's absence at the Parliamentary Assembly of the Council of Europe (PACE). Russia left PACE in late 2015 following the assembly's resolutions in 2014 and 2015 depriving the Russian delegation of the right to vote at the assembly’s sessions, as well as of the right to participate in the work of its three key bodies: the Bureau, the Presidential Committee and the Standing Committee over Crimea's secession to Russia. Russia did not renew its credentials ahead of the Assembly’s 2016 and 2017 winter sessions and made its return conditional on the full restoration of its delegates' voting rights. La a Russia ha sospeso un terzo del suo rimanente contributo al bilancio del Consiglio d'Europa (CoE), lasciando quest'anno il gruppo internazionale dei diritti senza 11 milioni di euro. Lo ha dichiarato il presidente della Camera bassa del parlamento, la Duma, Vyacheslav Volodin. "Il trasferimento è impedito, ci sono finanziamenti in fasi, e così un terzo lasciato per la fine dell'anno non verrà inviato affatto", ha spiegato Volodin ai giornalisti. La Russia è uno dei principali contributori del bilancio della CoE insieme a Francia, Regno Unito, Germania, Italia e, più recentemente, la Turchia. Il suo contributo totale per il bilancio corretto del CoE 2017 è di 33 milioni di euro, secondo il sito web dell'organizzazione. I media hanno suggerito che la Russia ridurrà i propri oneri al bilancio del Consiglio a causa della mancanza di una delegazione della Federazione all'Assemblea parlamentare del Consiglio d'Europa (PACE). La Russia lo ha lasciato alla fine del 2015, a seguito delle risoluzioni dell'Assemblea per il 2014 e il 2015 che hanno privato la delegazione di Mosca del diritto di voto nelle sessioni e del diritto di partecipare ai lavori dei suoi tre organi chiave: l'Ufficio di Presidenza. il Comitato e l'organismo permanente sulla scissione della Crimea. La Russia non ha rinnovato le proprie credenziali prima delle sessioni invernali dell'Assemblea 2016 e 2017 e ha reso il suo ritorno condizionale al pieno ripristino dei diritti di voto dei suoi delegati. Russia has suspended one-third of its remaining contribution to the Council of Europe's (CoE) budget, leaving the international rights group 11 million euros ($12.39 million) short this year, speaker of the lower chamber of parliament Vyacheslav Volodin said Tuesday. "The transfer is blocked. There is financing in stages, and so the one-third left for the end of the year is not transferred at all," Volodin told reporters. Russia is one of the main contributors to the CoE budget along with France, the United Kingdom, Germany, Italy, and more recently, Turkey. Its total contribution for the adjusted 2017 CoE budget totals 33 million euros, according to the organization's website. Media reports suggested Russia was to cut down its dues to the council's budget because of the Russian delegation's absence at the Parliamentary Assembly of the Council of Europe (PACE). Russia left PACE in late 2015 following the assembly's resolutions in 2014 and 2015 depriving the Russian delegation of the right to vote at the assembly’s sessions, as well as of the right to participate in the work of its three key bodies: the Bureau, the Presidential Committee and the Standing Committee over Crimea's secession to Russia. Russia did not renew its credentials ahead of the Assembly’s 2016 and 2017 winter sessions and made its return conditional on the full restoration of its delegates' voting rights.