☭ Russia, Ucraina & CCCP ! Forum concernente Russia, Ucraina e ex Unione Sovietica☭ Russia, Ucraina & CCCP !

Russia, Lukashenko: Problemi in relazioni bilaterali si possono risolvere

Il presidente della Bielorussia ha incontrato Putin a San Pietroburgo nel giorno dell’esplosione nella metropolitana: Divergenze sono nulla dinanzi a questi eventi

Il presidente della Bielorussia ha incontrato Putin a San Pietroburgo nel giorno dell’esplosione nella metropolitana: Divergenze sono nulla dinanzi a questi eventi

Il presidente bielorusso Alexander Lukashenko si è detto convinto oggi che Mosca e Minsk sono stati in grado di appianare le difficoltà nei rapporti bilaterali fra i due paesi. Lukashenko stava parlando a un convegno con il presidente russo Vladimir Putin a San Pietroburgo, che è stata segnata da un'esplosione in una stazione della metropolitana. "Questi problemi non sono nulla alla luce di tali eventi", ha detto Lukashenko dopo aver offerto le proprie condoglianze a Putin e a coloro che sono stati coinvolti. "Siamo in grado di risolvere questo tipo problemi in modo rapido ed efficiente". Ha poi fatto riferimento alle differenze che hanno reso tesi i rapporti tra i due paesi. Russia e Bielorussia si sono trovate ai ferri corti per il prezzo delle forniture di gas russo verso il suo vicino dell'Europa orientale e il suo debito in essere con Mosca, che Minsk rifiuta di riconoscere. A sua volta, la Russia ha minacciato di abbassare le forniture di petrolio duty-free alla Bielorussia. A febbraio sono stati inoltre imposti freni provvisori ad talune importazioni di cibo bielorusso motivandoli con le cattive condizioni sanitarie e la presunta riesportazione dall’Ucraina ai paesi dell'UE che sono stati soggetti alle restrizioni del 2014. Il presidente bielorusso ha minacciato il capo del Rosselkhoznadzor Sergey Dankvert di una indagine penale con l'accusa di ostacolare le esportazioni bielorusse verso la Russia. Il ministero dell'Interno bielorusso ha detto pochi giorni dopo che aveva avviato un'indagine iniziale verso diversi funzionari dell'agenzia agricola russa. Il Cremlino ha detto che era sorpreso per la soluzione di Minsk e ha sostenuto che i limiti ai prodotti alimentari bielorussi sono in linea con le regole del commercio internazionale. Rosselkhoznadzor ha risposto chele sue restrizioni erano lecite.

Belarusian President Alexander Lukashenko said Monday he was convinced Moscow and Minsk were able to iron out difficulties in the countries’ bilateral relations. He was speaking at a meeting with Russian President Vladimir Putin in St. Petersburg, which was marred by a blast at a metro station there. Conflicting reports suggest up to two explosions injured dozens of commuters, with several feared dead. "These problems are nothing in light of such events [explosions]," Lukashenko said after offering condolences to Putin and those affected. "We can resolve such problems quickly and efficiently." He referred to differences that had strained relations between the two neighbor countries. Russia and Belarus have been at loggerheads over the price of Russian gas deliveries to its Eastern European neighbor and its outstanding debt to Moscow, which Minsk refuses to recognize. In turn, Russia threatened to lower the duty-free oil supplies to Belarus. In February, Russia’s agricultural watchdog, Rosselkhoznadzor, also imposed temporary curbs on certain Belarusian food imports citing their poor sanitary condition and alleged re-export from Ukraine and EU countries that were subject to the 2014 restrictions. The Belarusian president threatened Rosselkhoznadzor chief Sergey Dankvert with a criminal probe for allegedly hindering Belarusian exports to Russia. The Belarusian Interior Ministry said a few days later it had opened an initial inquiry into several officials at the Russian agricultural agency. The Kremlin said it was surprised at Minsk’s decision and argued the curbs on Belarusian foodstuff are in line with international trade rules. Rosselkhoznadzor said its restrictions were lawful.