☭ Russia, Ucraina & CCCP ! Forum concernente Russia, Ucraina e ex Unione Sovietica☭ Russia, Ucraina & CCCP !

Il governo allenta la «stretta» sull’Ace. Tensione sui...

Nella quinta giornata del Girone B di qualificazione ai Mondiali di Russia 2018 la Svizzera resta a punteggio pieno battendo 1-0 la Lettonia con gol di Drmic. Il Portogallo regola 3-0 l'Ungheria con doppietta di Ronaldo e consolida il secondo posto a -3 dagli elvetici. Nel Gruppo H il Belgio capolista pareggia 1-1 in casa con la Grecia (in 9 nel finale): Lukaku risponde a Mitroglou. La Bosnia stende 5-0 Gibilterra e mantiene la terza posizione.
GIRONE B
SVIZZERA-LETTONIA A Ginevra primo tempo deludente per la Svizzera che non riesce a superare il muro eretto dalla difesa della Lettonia nonostante diverse opportunità. La più nitida si materializza al 17' con Shaqiri che calcia centralmente una sfera che finisce sui piedi di Mehmedi. Il giocatore del Leverkusen conclude a botta sicura ma trova sulla sua strada Vanins. La gara si sblocca al 66': Drmic, appena entrato, porta in vantaggio la Svizzera anticipando tutti di testa sul traversone di Mehmedi. Gli elvetici non corrono più rischi e portano a casa la quinta vittoria su cinque gare. Andorra conquista il primo punto in queste qualificazioni pareggiando 0-0 in casa con le Far Oer: ospiti in 10 nella ripresa per il doppio giallo (entrambi per simulazione) a Edmundsson.  
PORTOGALLO-UNGHERIA Allo stadio Da Luz di Lisbona Ronaldo si divora il vantaggio al 20' spedendo a lato di testa il cross col contagiri di Quaresma. Il gol del Portogallo arriva al 31' con André Silva che deve solo appoggiare in fondo al sacco il perfetto cross basso di Guerreiro. Passano 4 minuti ed è Ronaldo a raddoppiare con un tiro sul primo palo. Il fuoriclasse del Real Madrid cerca poco dopo una spettacolare rovesciata in area ma la sfera termina docile tra le braccia di Gulacsi. Nel secondo tempo Ronaldo chiude l'convegno con una punizione dalla distanza che si insacca sul secondo palo e sale in punta alla classifica marcatori delle qualificazioni con 9 reti.    GIRONE H   BELGIO-GRECIA A Bruxelles è il Belgio a tenere in mano le redini del gioco e al 13' Fellaini colpisce di testa alto di un soffio sul traversone di Mertens. Lo stesso centrocampista dello United sfiora poi l'eurogol con un colpo di tacco sul quale Kapino si supera. Al 36' Nainggolan scarica il destro dal limite ma la sfera si spegne sul fondo. La difesa greca regge e il primo tempo si chiude senza reti. Al rientro in campo la Grecia passa in vantaggio dopo pochi secondi. Alderweireld impenna un pallone sulla trequarti, Tachtsidis lo raccoglie e di testa serve Mitroglou che è bravissimo a battere Courtois. Gli ospiti restano in 10 uomini al 66' per il doppio giallo estratto ai danni di Tacthtsidis, reo di aver abbattuto Alderweireld sul lato sinistro. Al 75' Mertens va ad un passo dal pari ma sulla sua strada trova il corpo di Kapino. Il gol dell'1-1 del Belgio arriva comunque all'89' quando Lukaku si gira in un fazzoletto e beffa il portiere greco sul primo palo. L'attaccante dell'Everton, nel recupero, sfiora il raddoppio ma ancora una volta è decisivo Kapino. Poco prima del triplice fischio la Grecia rimane addirittura in nove per la doppia ammonizione di Tzavellas. Matura così un pari importante per il Belgio che si mantiene al comando della classifica del Girone H con 13 punti, 2 in più dei rivali odierni.