☭ Russia, Ucraina & CCCP ! Forum concernente Russia, Ucraina e ex Unione Sovietica☭ Russia, Ucraina & CCCP !

La missione Usa a Mosca: convincere Putin a scaricare Assad. G7 contro…

Questa mattina in Toscana Rex Tillerson, capo della diplomazia americana, verifica l’ appoggio del mondo alle iniziative di Trump in Siria perché non parlerà solo con i ministri suoi colleghi dei Paesi G7, Gran Bretagna, Francia, Italia, Germania, Giappone e Canada ma anche con rappresentanti di Arabia Saudita, Giordania, Qatar e Turchia.

Gli alleati europei hanno subito approvato il raid americano del 7 aprile contro la base siriana di Al-Shayrat in risposta all’attacco chimico del regime di Assad nella provincia di Idlib il 4 aprile. I Paesi del Golfo non lo hanno condannato.

Poco dopo mezzogiorno il ministro degli esteri francese, Jean-Marc Ayrault ha però smentito la voce che circolava nelle ultime ore: il G7 non ha trovato un accordo per nuove sanzioni contro Russia e Siria appoggiate da Gran Bretagna e Canada. Conferma il mancato accordo anche il ministro italiano Alfano.

La linea però sembra già tracciata: «È chiaro a tutti noi che il regno della famiglia Assad sta arrivando alla fine», dichiara Tillerson alla fine del G7. Aggiunge che la Russia deve scegliere con cui stare: «Speriamo che il governo russo capisca che si è allineato a un partner inaffidabile (il presidente siriano Al-Assad ndr)».

Con queste premesse nel pomeriggio Tillerson arriva in Russia. La prima visita da segretario di Stato dell’ex capo di ExxonMobil che sembrava l’uomo dellla riappacificazione fra Washington e Mosca seguirà il protocollo, quindi è confermato l’convegno domani con il ministro degli Esteri Serghei Lavrov, suo omologo, ma non si parla di un convegno con Vladimir Putin, suo “amico” secondo l’onoreficenza che ha concesso nel 2013 al chairman del colosso petrolifero texano.