☭ Russia, Ucraina & CCCP ! Forum concernente Russia, Ucraina e ex Unione Sovietica☭ Russia, Ucraina & CCCP !

Russia, racconta al fidanzato 16enne di essere stata molestata: lui decapita il colpevole e le consegna la testa

Voleva solo che l'amico si scusasse con la sua fidanzata. Poi il desiderio di conciliare le parti ha lasciato spazio alla rabbia accecante. Nikita Rasskazov, 16 anni, ha ucciso e decapitato Artyom Shustov, 19 anni, imputato dalla ragazza di averla molestata durante una festa a Komsomolsk-on-Amur, nella Russia orientale. Una follia omicida che lo ha portato a consegnare la testa dell'aggressore alla fidanzata in segno di vendetta e come pegno del suo amore.
 



Rasskazov, conosciuto da tutti per essere un ragazzo dolce e calmo, è rimasto scosso quando la sua ragazza 17enne, Olena Matsneva, gli ha detto di essere stata molestata: secondo il suo racconto, dopo aver rifiutato le avance di Shustov durante un party, lui e un altro giovane l'avrebbero condotta in un angolo e le avrebbero toccato il seno e i genitali mentre una terza compartecipe la teneva bloccata. Olena non ha denunciato le molestie alla polizia, ma ha raccontato quanto le era successo al fidanzato che, da quel momento, ha perso la testa. Secondo quanto riporta The Siberian Times, Rasskazov ha seguito Shustov e tra i due è nata una colluttazione. «Olena si sentiva umiliata, volevo solo che le chiedesse scusa - ha raccontato il giovane - Non volevo ucciderlo e sono profondamente dispiaciuto per quanto è successo». In quel momento, tuttavia, a guidare la mente di Rasskazov c'erano solo odio e vendetta: ha pugnalato l'amico svariate volte prima di tagliargli la testa, infilarla dentro un sacco e portarsela a casa. Una volta nella sua stanza ha sistemato in uno zaino il macabro trofeo e i vestiti sporchi di sangue: poche ore dopo era alla porta di Olena per mostrale il suo “pegno di amore”. Quando ha visto la reazione sconvolta della fidanzata, si è allontanato e ha gettato la testa in un fiume.

Dopo 14 giorni di indagini la polizia ha arrestato Rasskazov che ha confessato e che adesso, in quanto minore di 18 anni, rischia al massimo dieci anni di reclusione. Sotto choc amici e parenti del ragazzo che lo descrivono come una persona calma e posata. «Mia figlia era sbocciata da quando stava con Nikita - ha detto la madre di Olena - Lui veniva spesso a casa nostra e lo conoscevamo bene. Sembrava veramente un bravo ragazzo. Ho chiesto più volte a mia figlia perché avesse deciso di stare con Nikita e lei mi aveva semplicemente risposto che lui era il migliore».