☭ Russia, Ucraina & CCCP ! Forum concernente Russia, Ucraina e ex Unione Sovietica☭ Russia, Ucraina & CCCP !

Superlega, a Civitanova l’anticipo. Siena cambia...

Già prima di giocare l’Italia sa di essere qualificata per le finali di Torino. A tralasciare dalla sconfitta al tie break con la Russia e il risultato di domani con l’Olanda gli azzurri di Blengini sono certamente fra le migliori sei di questo Mondiale. Questo perché la Bulgaria perdendo i primi due set con gli Stati Uniti non potrà più raggiungere l’Italia che quindi (alla peggio) sarà una delle due migliori seconde. In realtà con i due set vinti con la Russia l’Italia è anche certa del primo posto del girone. Lunedì c’è il sorteggio per i due gironi da 3 che compongono appunto i quarti e che portano alla Final Four.

Italia aggressiva dinanzi a quasi 13mila persone e determinata mette subito sotto pressione i russi e parte con un 5-1 firmato Juantorena e Zaytsev. Bene in battuta e buona difesa, gli azzurri passano al primo time out tecnico 8-3. Gli azzurri mantengono con diligenza il cambio palla mentre i russi cominciano ad aggiustare il muro con Juantorena e Zaytsev marcati strettissimi. Il libero Verbov risolve molte situazioni difficili. L’Italia girà comunque 16-11. Lanza infila qualche bel colpo (4 punti alla fine del set come Juantorena e Zaytsev) ma anche Kliuka e Volkov mentre un ace di Muserskiy porta la Russia a -2. Gli azzurri non mollano, Zaytsev comincia a usare le mani del muro russo senza paura e Giannelli chiama in causa anche i centrali. E chiude Mazzone

— Molto equilibrio all’inizio del secondo set con la Russia devastante con Mikhaylov in attacco e battuta (Zaytsev si schiera anche in ricezione). Volkov e Kliuka cominciano a trovare traiettorie giuste e gli azzurri cominciano a subire. Qualche errore di troppo anche in battuta lascia allontanare gli avversari. Aumentano gli errori anche in attacco, gli azzurri si innervosiscono. A set quasi chiuso l’Italia trova un recupero di 4 punti che rimette in gioco la squadra di Blengini. Chiude Mikhailov

— L’Italia cerca di reggere l’urto della fisicità russa ma con Mikhaylov non ci riesce spesso mentre il muro russo è sempre più evidente. Giannelli fatica e imbrogliarlo e gli ospiti vanno avanti 5-10 su servizio di Muserskyi. Gli azzurri continuano a subire troppo mentre a servizio non trovano l’aggressività del primo set e sbaglia tanto. L’Italia si attacca a Zaytsev per frenare l’ondata russa. È su un turno di battuta dell’opposto e poi di Maruotti che la squadra di Blengini trova una rimonta che riapre il set. a Russia chiude comunque con un ace di Mikhaylov

— L’Italia non si arrende e comincia meglio il quarto set. Zaytsev continua il suo duello personale con le mani del muro russo e Mikhaylov comincia a sbagliare. Ed è lo Zar a trascinare gli azzurri che vanno in vantaggio e poi lo tengono nonostante la reazione russa. L’Italia rialza la testa, Maruotti riceve difende e fa ace, Juantorena riprende ritmo. Chiude una battuta sbagliata dei russi e si va al tie break

— Grande equilibrio fra Russia e Italia con la sfida tra Giannelli e Butko per trovare l’ispirazione migliore. La squadra di Volkov trova il vantaggio minimo e poi lo tiene con un cambio palla irreprensibile. Chiude Mikhaylov