☭ Russia, Ucraina & CCCP ! Forum concernente Russia, Ucraina e ex Unione Sovietica☭ Russia, Ucraina & CCCP !

Russia 2018, Australia-Honduras 3-1. Socceroos ai

Festa a Sydney per i “Socceroos”, che si guadagnano il diritto di partecipare al Mondiale come nelle tre ultime edizioni. Dopo il pareggio a reti inviolate ottenuto a San Pedro Sula, gli australiani hanno facilmente liquidato l’Honduras nella sfida di ritorno, al termine di 90’ di pressione costante. Decisiva una tripletta di Jedinak, centrocampista dell’Aton Villa, a segno nella ripresa grazie a una punizione e due rigori. La squadra di Postecoglou, già presente ai Mondiali nel 2006, 2010 e 2014, è la 31° classificata. Niente da fare per i centroamericani, che mancano la qualificazione dopo due partecipazioni consecutive.

— I padroni di casa hanno fatto la partita per lunghi tratti, spinti dai circa 70 mila tifosi locali che hanno affollato l’ANZ Stadium di Sydney. I rientri di tre cardini come Leckie, Milligan e il bomber Cahill (tutti assenti all’andata) hanno dato la spinta decisiva alla squadra di Postecoglou, impossessatasi del centrocampo sin dalle battute iniziali. La buona circolazione del pallone ha costretto l’Honduras a difendersi, affidandosi spesso alle parate di Escober per restare a galla. Il portiere onduregno si è rivelato decisivo già al 13’ su una velenosa punizione di Mooy, ripetendosi al 37’ su una girata di Rogic dopo un assist a centro area di Cahill. Tuttavia, niente ha potuto Escober sul calcio piazzato di Jedinak, che ha portato meritatamente in vantaggio i “Socceroos” al 53’ con la compartecipe deviazione di un difensore avversario. Inesistente la reazione dell’Honduras, che non è mai riuscito ad affacciarsi pericolosamente dalle parti di Ryan. A mettere in cassaforte la qualificazione per l’Australia ci ha pensato ancora Jedinak, bravo a sfruttare un calcio di rigore concesso al 71’ per un goffo fallo di mano in area di Acosta. A 5’ dal termine, il 33enne centrocampista dell’Aston Villa ha definitivamente chiuso i conti firmando la personale tripletta con un altro tiro dal dischetto, frutto di una rovinosa entrata di Palacios sul nuovo entrato Kruse. Inutile gol della bandiera per i “Catrachos” al 83’ grazie a un tocco sotto porta di Ellis.