☭ Russia, Ucraina & CCCP ! Forum concernente Russia, Ucraina e ex Unione Sovietica☭ Russia, Ucraina & CCCP !

Ucraina e Russia sono prime al mondo per uso di criptovalute

– Nuovi dati forniti a Fortune.com dalla società di ricerca sulle criptovalute Chainalysis hanno rivelato che l’Ucraina e la Russia sono rispettivamente al primo e secondo posto nell’adozione di criptovalute come il Bitcoin. Ma mentre la stragrande maggioranza di questa attività è legittima, l’Europa orientale è anche leader mondiale nell’uso illecito di criptovaluta sui mercati darknet e negli schemi di ransomware.

L’Ucraina si è classificata al primo posto al mondo nell’indice di adozione generale di criptovaluta creato da Chainalysis, che include la quantità di criptovaluta ricevuta, scambiata e depositata. In un periodo di 12 mesi, a partire da luglio 2019, l’Ucraina ha inviato criptovaluta per un valore di 8,2 miliardi di dollari, e sempre sotto forma di criptovaluta ha ricevuto 8 miliardi di dollari. La Russia si è classificata seconda (in proporzione alla popolazione), inviando 16,8 mld di dollari e ricevendone 16,6 miliardi. Nel complesso, l’Europa orientale ha rappresentato il 12% dell’attività generale delle criptovalute nel periodo preso in esame. Lo studio ha registrato l’attività in più di una dozzina di diverse criptovalute.

Secondo Roman Sannikov, uno specialista russo della società di sicurezza informatica Recorded Future, l’alto volume di utilizzo legittimo della criptovaluta nell’Europa orientale è un’eredità dell’Unione Sovietica e del suo crollo. Per circa un decennio a partire dai primi anni ’90, dice, gli ex cittadini sovietici non hanno avuto un buon accesso al sistema bancario generale. Si sono abituati a modi alternativi di inviare denaro a livello internazionale, inclusi i precursori delle criptovalute come l’e-gold, anche per usi banali come gli acquisti su eBay.

 
Le persone nell’Europa orientale sono generalmente molto esperte di tecnologia, dice Sannikov, mentre il rublo russo è stato instabile negli ultimi anni, aumentando la popolarità della criptovaluta.

Ma non tutti gli utenti di criptovaluta nella regione sono onesti. Chainalysis ha scoperto che l’Europa orientale è l’unica parte del mondo in cui un mercato darknet, un sito web nascosto che offre beni illegali come droghe da acquistare con criptovaluta, si è classificato tra i primi 10 servizi di criptovaluta con il traffico più alto. Il mercato darknet russo Hydra infatti si è classificato come il sesto servizio di criptovaluta per volume più alto nella regione, superando gli scambi di criptovaluta popolari (e legali) tra cui Kraken e BitMEX. Chainalysis conclude che l’Europa orientale rappresenta una maggiore attività complessiva nel deep web della criptovaluta rispetto a qualsiasi altra regione.

L’Europa orientale è anche leader mondiale nei pagamenti ransomware. Nelle truffe ransomware, gli hacker bloccano i file oi computer delle vittime e chiedono il pagamento, di solito in criptovaluta, per sbloccarli. Chainalysis ha rilevato che il 23% di tutti i fondi inviati da indirizzi ransomware sono stati mandati nell’Europa orientale, indicando che la regione è la patria delle operazioni di ransomware più redditizie al mondo.

Le applicazioni di carattere penale, tuttavia, rappresentavano meno del 2% dell’attività rilevata da Chainalysis nell’Europa orientale.