☭ Russia, Ucraina & CCCP ! Forum concernente Russia, Ucraina e ex Unione Sovietica☭ Russia, Ucraina & CCCP !

East Journal quotidiano di politica internazionale

Quest’anno ricorre il centenario della Rivoluzione russa, o meglio delle Rivoluzioni, di febbraio e di ottobre (marzo e novembre, secondo l’attuale calendario). L’amministrazione Putin il 19 dicembre ha emanato un decreto inerente l’organizzazione di eventi e occasioni di riflessione a riguardo. Il compito organizzativo è stato affidato alla Società Storica Russa (Rossijskoe istoričeskoe obščestvo). Presidente della Società è Sergej Naryškin, a capo anche del fondo “Storia patria” (Istorija otečestva), istituto creato su volere di Putin nell’aprile 2016.

il governo stanzierà circa 50 mln di rubli per l’organizzazione.

Anche il partito comunista (KPRF), quasi sentendosi chiamato in causa vista la ricorrenza, si è riunito per discutere la linea da dare agli eventi che intende organizzare parallelamente a quelli ufficiali. “Il centenario offre terreno fertile per la [nostra] opera di propaganda” scrivono nel resoconto della riunione del 30 gennaio.

L’ultimo inoltre, noto anche in Italia per i romanzi San’kja o Il peccato, è stato recentemente al centro dell’attenzione per la sua attività militare e politica nel Donbass, condannata da Kiev.

In marzo è quindi previsto un Plenum del Comitato Centrale (il partito comunista non ha mai smesso di utilizzare la terminologia sovietica) dedicato alla “lotta contro l’anti-sovietismo e la russofobia”. Sarà poi a novembre “l’apice delle celebrazioni”, quando si terranno “in tutto il paese imponenti convegni e serate”. Zjuganov, quasi con uno slogan vecchio stampo, sostiene che bisogna trarre “dalla nostra storia tutto il meglio e dirigersi con sicurezza nel futuro”.

la data sarebbe il 6 agosto, ovvero quando nel 2014 il governo ha decretato l’embargo in risposta alle sanzioni internazionali.

nel 2017 la Russia sanerà tutti i debiti ereditati dall’URSS: dopo aver estinto quelli verso Afghanistan, Siria, Iraq, Mongolia, e per il 90% verso Cuba, il 10 febbraio sono stati versati i 60,6 mln di dollari alla Macedonia ed entro fine anno verranno colmati anche i 125,2 mln verso Bosnia e Erzegovina.