☭ Russia, Ucraina & CCCP ! Forum concernente Russia, Ucraina e ex Unione Sovietica☭ Russia, Ucraina & CCCP !

Cavagna-Gazprom, joint venture in Russia

All’inizio dello scorso mese di ottobre la sigla del protocollo d’intesa, ora l’ufficialità dell’alleanza che corona un progetto e un tragitto delineati negli ultimi due anni. Il gruppo Cavagna con quartier generale a Ponte San Marco di Calcinato e Gazprom Household Systems JSC (del colosso russo Gazprom) hanno completato con successo una joint-venture in Russia, concretizzata in una società manifatturiera. IL NOME della realtà - come viene spiegato sul sito del gruppo bresciano - è Gazprom Gas Engine Systems LLC: ha l'obiettivo di supportare il piano russo incentrato sulla crescita del gas naturale come carburante per la mobilità sostenibile. La newco sarà completamente dedicata alla produzione, all'assemblaggio e alla vendita di kit e componenti di conversione CNG nel grande Paese sviluppato in parte in Europa Orientale e per il resto in Asia. Gazprom Household Systems JSC (apparecchiature per il gas domestico; 3 mila dipendenti) possiede il 65% della nuova società e assume la gestione operativa, mentre Cavagna Group controlla il 35% e fornirà il know-how finalizzato alla localizzazione della gamma completa di componenti consentendo volumi di produzione di CNG kit per soddisfare il mercato. Viktor Alexseevich Zubkov, presidente del Cda di Gazprom, rappresentante presidenziale speciale della Russia per la cooperazione con il Forum dei Paesi esportatori di gas, che ha fortemente sostenuto la creazione dell’alleanza, funge da presidente del Consiglio della newco. Come direttore generale è stato nominato Sergey Colin. Commentando l'annuncio, Victor Zubkov ha evidenziato che «Gazprom si impegna a promuovere l'uso del gas naturale come carburante per veicoli. La nuova joint venture è molto importante per supportare questo progetto in sinergia con altre società e dipartimenti del gruppo». Ezio Cavagna, presidente del gruppo Cavagna, si è detto onorato «di collaborare con Gazprom Household Systems JSC. Siamo orgogliosi di contribuire alla crescita di un'economia sostenibile ed eco-ammissibile in Russia. Abbiamo sempre caratterizzato il tragitto di sviluppo grazie agli investimenti in siti produttivi locali, il nostro supporto non è solo sulle attività manifatturiere stesse, ma anche sui legami chiave tra produzione, filiera e sviluppo prodotto». SODDISFAZIONE per il nuovo accordo concretizzato all’estero, viene espressa anche da Miriam Cavagna, responsabile Marketing e Comunicazione del gruppo di Ponte San Marco, che illustra l’andamento registrato nei primi otto mesi del 2020. «Abbiamo garantito un’attività anche durante il lockdown, contribuendo nella lotta al Covid - ricorda -. Allo stato attuale l’esercizio è in linea con l’anno scorso, nel complesso siamo soddisfatti anche se teniamo costantemente monitorata la condizione». Il gruppo Cavagna - Davide Cavagna è l’amministratore delegato - da settant’anni è leader mondiale nella fornitura di soluzioni avanzate e integrate per il controllo, la regolazione, il dosaggio e lo stoccaggio di gas compressi (gas per energia, gas combustibili alternativi, gas medicali, gas industriali, gas criogenici e gas speciali): è internazionalizzato, fa riferimento alla Parteca spa di Calcinato e conta in totale oltre mille dipendenti considerate la capogruppo e le società inserite nel perimetro di consolidamento. Lo scorso esercizio - emerge dal consuntivo di Parteca - si è chiuso con ricavi totali pari a 237,291 milioni di euro (238,793 mln nel 2018), un Mol salito da 21,111 mln a 23,58 milioni di euro e un utile netto di pertinenza in crescita da 5,422 mln a 6,248 milioni di euro. In miglioramento la posizione finanziaria netta, da -83,295 mln a -66,473 milioni di euro. • © RIPRODUZIONE RISERVATA