☭ Russia, Ucraina & CCCP ! Forum concernente Russia, Ucraina e ex Unione Sovietica☭ Russia, Ucraina & CCCP !

Le Pen vola in Russia. "Spero Mosca fuori dalla black list Ue"

Marine Le Pen vola a Mosca. Legami sempre più stretti con la Russia di Putin. "Con me Paese fuori dalla black list europea"

A poche settimane dal voto per l'Eliseo Marine Le Pen fa i bagagli e vola in Russia. La leader del Front National é stata invitata dal Comitato della Duma per gli Affari Esteri. Durante l'convegno con i deputati russi Le Pen ha promesso di impegnarsi per fare uscire il Paese dalla black list dell'Unione europea che vieta ad alcune personalità di entrare all'intimo dei confini dell'Unione. "Ho sempre esortato a sollevare le sanzioni, che considero controproducenti", ha affermato Le Pen da Mosca. "Credo che proibire ai parlamentari di parlarsi l'un l'altro sia un abuso dei diritti democratici. Spero di poter difendere questa posizione, grazie alla quale potremmo essere in grado di cancellare le 'liste nere' almeno in Francia".

Le Pen ha poi incontrato il presidente della Camera bassa del Parlamento russo Vyacheslav Volodin. La leader del Fornt National aveva incassato anche il sostegno del ministro degli esteri di Mosca, il potente Sergei Lavrov, che ha di fatto sdoganato definitivamente la candidata dell'ultradestra francese definendola "realista e anti-globalista, non populista". "Non direi che Donald Trump o Marine Le Pen siano marginali, almeno per il fatto che sono pienamente integrati nei principi, che sono alla base del funzionamento dello Stato americano e di quello francese", ha detto Lavrov. "Non li chiamerei neppure populisti, parola che ha una connotazione negativa", ha concluso spiegando che preferisce chiamare entrambi "realisti o anti-globalisti".

Secondo il presidente della Commissione Affari esteri della Duma Leonid Slutsky 'la visita rientra nella tradizionale cooperazione tra i deputati della Duma e i circoli politici francesi'. Tuttavia sono in molti a storcere il naso per l'asse Front National-Mosca. In molti infatti temono che Putin voglia sfruttare il successo della leader del Fn per portare avanti gli interessi russi all'intimo dell'Unione. Primo fra tutti l'uscita della federazione dalla black list di Bruxelles. Dal canto suo Le Pen puó contare sull'appoggio politico di Mosca, ma non solo. E' noto infatti che il suo partito ha ricevuto un finanziamento da una banca russa vicina al presidente. Insomma, per molti a Bruxelles il patto Le Pen-Putin ha come obiettivo quello di far saltare l'Unione per eliminare uno scomodo rivale di Mosca.

"Viviamo tempi drammatici" e "la sfida non e' piu' tanto tra destra e sinistra ma tra apertura e chiusura, pro e contro Europa, conservatori o progressisti", ma "se siamo solo un po' europei, se lo diciamo timidamente, abbiamo gia' perso". Lo dice Emmanuel Macron, candidato all'Eliseo, in un'intervista a Repubblica. "Marine Le Pen - afferma - vuole ricreare la conflittualita' tra i Paesi europei, ma io sono nato in una zona piena di cimiteri militari e per me vale sempre la espressione di Mitterrand: il patriottismo fanatico e' la guerra". La "democratica plurale" e' "il tesoro che ci ha tramandato il Trattato di Roma", dice, ma poi "si e' smarrita quella che chiamo la 'logica del desiderio'. Da quando ci sono stati i 'no' francesi e olandesi, nel 2005, neppure uno ha piu' voluto proporre un movimento in avanti, anzi ha prevalso la logica del dubbio. Cosi' abbiamo avuto la discussione sulla Grexit, poi sulla Brexit e non so quale altro 'exit' dobbiamo aspettarci".