☭ Russia, Ucraina & CCCP ! Forum concernente Russia, Ucraina e ex Unione Sovietica☭ Russia, Ucraina & CCCP !

La nuova sfida della Russia nel Mediterraneo e il suo ruolo in Libia - Marco Minniti

"A un certo punto se qualcuno apre il vaso e la divisione territoriale, non si sa, noi potremmo avere una disintegrazione della Libia", ritiene Marco Minniti.

La Russia ha una nuova sfida storica da affrontare nell'area del Mediterraneo, un ruolo cruciale da svolgere negli accordi per la Libia. Lo ha detto Marco Minniti, ex ministro dell'intimo e parlamentare del PD in una intervista a Sputnik.

"Io penso che la Russia, e lo pensavo già prima quando il loro ruolo della Russia era più distante dalla Libia, era più impegnato in Siria e molto meno in Libia, abbia un ruolo molto importante in Libia", ha detto Minniti.

Parlando del ruolo che la Russia potrebbe svolgere nel processo di pace, il parlamentare ha osservato che bisogna evitare la spartizione della Libia.

"Io penso che non sia possibile una spartizione della Libia. Dobbiamo lavorare insieme sapendo tuttavia che l'idea di separare la Libia in due o più parti è un'idea che non riesce per una ragione semplicissima, perché se in Libia fai partire l'elemento della divisione territoriale, in italiano si dice “sai dove cominci non sai dove vai a finire”. Perché non è detto che se apri la strada per le rivendicazioni territoriali, ti fermi soltanto due", ha aggiunto Minniti.

L'ex ministro ha spiegato che la disintegrazione della Libia non farà che aggravare il problema dell'illegalità nel territorio nordafricano.

"A un certo punto se qualcuno apre il vaso e la divisione territoriale, non si sa, noi potremmo avere una disintegrazione della Libia, perché non c'è neppure uno che possa poi fermare gli elementi di particolarità", ha osservato il parlamentare dem. 

Un'altro pericolo da evitare con l'aiuto delle forze di pace, secondo Minniti, è la radicalizzazione dei miliziani in Libia.

Un inviato della Ue in Libia che parli con una voce sola

"Io penso che l'idea di un inviato speciale europeo sulla Libia, se poi questo inviato speciale fosse addirittura un italiano, è una risposta a mio avviso molto importante. Se la Commissione Europea decidesse un inviato speciale, ne avrebbe un salto di qualità perché l'Europa parlerebbe con un’unica voce e questo sarebbe molto importante, anche per gli altri attori, sarebbe molto importante per la Russia, per la Turchia, per l'Egitto, per i Paesi del Golfo", ha dichiarato l'ex ministro. 

Per il suo ruolo fondamentale nella delineazione dei rapporti tra l'Italia e la Libia post Gheddafi, secondo alcuni media italiani Minniti potrebbe essere il candidato perfetto per questo ruolo. 

L'idea di nominare un inviato dell'UE per la Libia è stata proposta un mese fa dal vicepresidente esecutivo della Commissione europea Frans Timmermans.