☭ Russia, Ucraina & CCCP ! Forum concernente Russia, Ucraina e ex Unione Sovietica☭ Russia, Ucraina & CCCP !

Russia, ministero Esteri commenta articolo su “oppressione” corrispondente Washington Post

Il ministero degli Esteri russo ha criticato il giornale americano The Washington Post per l'articolo “sull’oppressione” del suo corrispondente in Russia. Il commento è stato pubblicato sul sito ufficiale del ministero.

Nell'articolo del 6 agosto titolato "Come vivono e lavorano i giornalisti in Russia nell'era di Donald Trump?" uno degli autori, il corrispondente del Washington Post Andrew Roth, racconta la sua esperienza di lavoro in Russia.

Il giornalista spiega che nel 2014 è stato perquisito dalla polizia di frontiera al confine con l'Ucraina. Lì i militari lo hanno minacciato di requisirgli l'accredito giornalistico perché il suo ingresso nel paese è sembrato sospetto.

Roth afferma che nel 2016 è stato avvisato dal ministero della Difesa russo che la possibilità di recarsi in Siria sarebbe dipesa da un suo articolo.

Il ministero degli Esteri ha criticato l'articolo del Washington Post sostenendo che l'autore non dà nessuna prova della pressione amministrativa esercitata su di esso.

"L'autore dell'articolo non riporta né nomi né gradi dei dipendenti dei ministeri russi dal quale avrebbe ricevuto pressioni. Le accuse gratuite di questo genere restano sulla coscienza della redazione del giornale", si legge nel commento.

Il ministero degli Esteri russo a febbraio ha aperto sul suo sito una rubrica dedicata alle fake news sulla Russia. Sulla pagina si smentiscono gli articoli dei diversi media, incluso Times, CNN, Euronews e altri. Per modello, il ministero ha confutato l'accusa del canale CNN che il governo russo fornisce armi ai Talebani. Il ministero ha anche sbugiardato il tabloid britannico The Sun per aver pubblicato un video dei disordini dei tifosi di calcio ucraini a Kiev con il titolo "Il razzismo in Russia".