☭ Russia, Ucraina & CCCP ! Forum concernente Russia, Ucraina e ex Unione Sovietica☭ Russia, Ucraina & CCCP !

La Russia sceglie la rotta del nord per il trasporto di gas dall'Europa all'Asia

La superpetroliera russa Christoph de Margerie ha iniziato a trasportare gas liquefatto dalla Norvegia verso la Corea del Sud.

E' stato segnalato dal giornale Deutsche Wirtschafts Nachrichten, che si riferisce al giornale locale The independent Barents Observer. Il primo agosto 2017 la petroliera è stata caricata nel porto norvegese di Melkoya, per dirigersi ad Oriente, verso la Corea del Sud. La Christophe de Margerie non ha bisogno di accompagnamento di una rompighiaccio, ha una cisterna in grado di superare i blocchi di ghiaccio di oltre 2 metri di spessore. La nave è di proprietà della società Sovkomflot.

"Questa consegna è un grande passo per l'accesso al mercato mondiale, come vettore europeo del gas. L'azienda Sovkomflot è un giocatore a sufficienza grande sulla scena internazionale" ha detto a Sputnik Danil Bochkarev, ricercatore senior dell'Istituto di Est — Ovest, l'EastWest Institut, a Bruxelles. 

"L'azienda dispone di 128 petroliere e 13 navi per trasporto gas, tra cui la Christophe de Margerie. Costituisce circa il 3.5 — 4% della flotta mondiale per trasporto del gas. Non è molto, ma la quota della Russia, principiante in questo settore, è in crescita".

Le società russe non si accontentano di avere solo un ruolo vettore. Così Gazprom ha un progetto per la produzione di gas liquefatto sull'isola di Sakhalin e prevede di costruire un ulteriore impianto sul Baltico.

"La rotta del mare del Nord offre nuove opportunità per il trasporto di merci dall'Europa all'Asia, riducendo i tempi di percorrenza del 40 %". La Christophe de Margerie impiegherà in questo modo 15 giorni per giungere. Anche la Yamal inizierà la spedizione di gas naturale liquefatto dal tragitto nordico, il suo buon funzionamento è importante per il funzionamento di questo progetto, entro il 2019 sarà il più grande impianto di produzione di gas liquido" ha detto l'esperto, secondo cui, non esistono contraddizioni tra i progetti della Gazprom per la costruzione di gasdotti, in particolare Nord Stream 2, e lo sviluppo di infrastrutture per la produzione e il trasporto di gas liquido.

 "A livello generale sono più complementari che in competizione" continua l'esperto. "Su singoli mercati è molto redditizia la fornitura di gas naturale liquefatto. Questo, per modello, è il caso della Corea del Sud, che ancora non è collegata con i tubi trasportatori di gas. Inoltre, in media, la maggior parte delle consegne di gas liquido arrivano nella regione dell'Asia e Pacifico.

La rotta del mare del nord è come un "cavalluccio marino". Così nel 2010 la petroliera Baltika è diventata la prima nave che ha tragitto l'Atlantico fino al Pacifico. Il 16 settembre 2011 un'altra petroliera, la Vladimir Tikhonov, ha concluso questo tragitto per la consegna di gas condensato dall'Europa all'Asia. Nel mese di dicembre 2012 la nave cisterna Ob river, noleggiata da Gazprom, ha completato con successo il primo viaggio al mondo per il trasporto di gas naturale lungo il tragitto nordico.

Non è escluso che le petroliere russe continueranno a collaborare con i paesi dell'Unione Europea in futuro. La compagnia petrolifera Statoil, in collaborazione con i centri di alcune aziende leader del settore, svolge attività a Barents e Okhotsk e nelle regioni polari. A sua volta, in Russia, il gruppo Rosneft ha il diritto di partecipare a progetti petroliferi e per il gas nel mare del Nord e nella parte norvegese del mare di Barents, scrive la Deutsche Wirtschafts Nachrichten. 

Tuttavia, non è chiaro, se la Statoil rinuncerà alla collaborazione con le imprese russe, a causa della firma del presidente americano per nuove sanzioni contro la Russia, si chiede il giornale. 

"Le forniture non rientrano nel pacchetto di sanzioni", dice l'esperto, "le sanzioni possono solo ostacolare la privatizzazione della Sovkomflot, riducendo l'attrattività degli investimenti per i mercati finanziari internazionali".