☭ Russia, Ucraina & CCCP ! Forum concernente Russia, Ucraina e ex Unione Sovietica☭ Russia, Ucraina & CCCP !

Forbes deride senatore americano McCain: “la Russia non è più un benzinaio”

Gli analisti di Goldman Sachs, una delle più grandi banche d'investimento, ritengono che la Russia si sia sbarazzata dalla dipendenza dal petrolio, scrive l'editorialista di Forbes Kenneth Rapoza. La politica del ministero delle Finanze russo per limitare la spesa pubblica e aumentare l'efficacia del sistema fiscale porta ad un grande gettito.

Come osservato dal giornalista, la Russia "è qualche cosa di più rispetto ad un distributore di benzina", come sostenuto in precedenza dal senatore neocon e russofobo americano John McCain.

Tre anni fa il senatore neocon John McCain aveva insultato la Russia, definendola "un distributore di benzina, che finge di essere un Paese". Allora le sue osservazioni avevano un fondo di verità, ritiene l'editorialista di Forbes Kenneth Rapoza.

La Russia aveva un'economia dipendente dalle materie prime; il petrolio e il gas erano la parte dominante delle entrate dello Stato russo. Negli ultimi dieci anni la Russia ha cercato di limitare la dipendenza dal petrolio. Gli analisti di Goldman Sachs ritengono che la Russia ce l'abbia finalmente fatta. "Quindi, mi spiace senatore. La Russia è molto di più che un distributore di benzina," — osserva Rapoza.

La volontà del ministero delle Finanze russo di limitare la spesa pubblica e aumentare l'efficacia del sistema fiscale porta maggiore gettito rispetto ai profitti derivanti dal petrolio. Questa linea permetterà allo Stato russo di togliersi la dipendenza dal prezzo del petrolio, osserva l'autore di Forbes.

Secondo la rivista americana, le entrate nelle casse dello Stato russo nel primo trimestre sono aumentate del 30% su base annua, "pertanto questo Paese non si spezzerà". Gli ultimi dati mostrano che la Russia "si sta lentamente rimettendo in piedi."

Secondo gli analisti di Goldman Sachs, l'aumento della competitività delle merci e dei servizi interni stimola la crescita economica, riporta Forbes.